Accendiamo la lampada: spettacolo teatrale a Roma in aiuto di Alessio
Associazione - Articoli
Scritto da Marco Cannata  
Martedì 04 Febbraio 2014 14:37
Musica“I tuoi figli non sono figli tuoi….” recitava una splendida opera del poeta libanese Khalil Gibran, che concludeva il suo canto d’amore per i figli con un pensiero di speranza rivolto a tutti i genitori del mondo: “Tu sei l'arco che lancia i figli verso il domani”. Immedesimarsi nel sempiterno messaggio lasciato da questa poesia è un esercizio facile che ogni genitore può fare, semplicemente pensando alla propria esperienza familiare…

La speranza è che non succeda mai nulla ai propri bambini e che possano crescere liberi di poter scegliere, agire, sbagliare e seguire il loro cammino. Credo di poter affermare che la gran parte dei genitori che leggono possano condividere queste considerazioni. Ci sono però situazioni di vita che nascono complicate e richiedono che quei genitori siano un “arco ancor più robusto” di molti altri. Essere soli di fronte alle difficoltà del proprio bambino è sicuramente una prova di forza non augurabile ma che alcuni percorsi di vita impongono. E allora per garantire al proprio figlio il futuro un genitore deve armarsi di una corazza invulnerabile e di una speranza indissolubile.

Locandina Alessio
Così è stato ed è per Alessandro e Sonia e per il loro bambino Alessio, affetto da un grave disabilità motoria e della comunicazione in seguito a una serie di complicanze durante il parto. Alessio compirà 7 anni a giugno e la sua sfida per alzarsi e intraprendere la sua strada autonomamente è iniziata sin da subito grazie alla forza e alla tenacia dei suoi genitori e della sua famiglia, della quale fa parte anche la premurosa sorella maggiore Lorella e i presentissimi nonni.

Il percorso è apparso subito complicato perché i danni, riportati dalla mancanza di ossigeno al cervello durante il travaglio, sono stati forti. Alessio non riesce a stare in piedi da solo e tantomeno a camminare ed ha estrema difficoltà ad esprimersi essendo stata colpita la nevralgica zona celebrale che controlla il linguaggio. I genitori hanno seguito con coraggio e una inossidabile determinazione il percorso del loro bambino (il che è chiaramente scontato per molti) e se si legge un po’ della loro esperienza e si parla con chi li conosce, appare subito chiaro che questa famiglia ha un dono speciale: la propria forza interiore.

Questa forza emerge dal protagonista di questa vicenda, il piccolo-grande Alessio. Non nascondo che la prima e unica (finora) volta che l’ho visto e gli ho accarezzato il viso e le mani è stata una esperienza fortissima, ricca di tante sensazioni e, in particolar modo, della certezza che la specialità di Alessio è proprio nel suo modo di essere.

Alessio è un bambino che sa parlare con gli occhi, bellissimi, dolci e profondi. Alessio si fa capire e ha una tenacia da fuoriclasse. Può insegnare a molti l’esempio e il coraggio di affrontare situazioni limite come la sua. Da quando è nato ha dovuto affrontare tutto in salita: non riesce nè a stare in piedi né a camminare ma crede fermamente che potrà prima o poi farlo, e con lui la sua famiglia, che sta cercando cure alternative (purtroppo molto costose) e si impegna dalla sua nascita alla ricerca di una soluzione.

Potrete certamente trovare tutte le informazioni sulle sue evoluzioni sul blog che papà Alessandro ha messo in rete: http://blog.libero.it/dolcealessio/ e sulle tante iniziative che sono in vetrina sulla pagina facebook Amici di Alessio (https://www.facebook.com/groups/281785550364/) e sull’indirizzo personale di Alessandro Pasqualato.

La sua famiglia è anche una famiglia di artisti, in particolar modo la mamma è un’attrice teatrale di ottimo livello. Per questo, insieme al fratello del papà di Alessio, Stefano, e al grande lavoro di un amico di famiglia, Fabrizio Romano, hanno messo su una vivace compagnia con la quale hanno preparato un divertente e speciale lavoro teatrale intitolato: Accendiamo la lampada. Attraverso questa iniziativa cercano di supportare le enormi spese che servono per aiutare Alessio.

Invito pertanto tutti quanti a partecipare alla prossima rappresentazione che si terrà il 1 e il 2 marzo p.v. alle ore 17:30 la domenica e alle 20.30 il sabato presso il Teatro della Parrocchia Gesù Divin Maestro, sita in via Montiglio n. 18 a Roma….
 
 
FORZA PICCOLO GRANDE ALESSIO…..SIAMO TUTTI CON TE

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI potete scrivere alla mail
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information