DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Il raffreddore potrebbe essere all'origine dell'obesità
Il raffreddore potrebbe essere all'origine dell'obesità
Bambini - Articoli
Scritto da Angela Messina     Martedì 21 Settembre 2010 08:26    PDF Stampa E-mail
obesitàAll’origine dell’obesità ci sarebbe un raffreddore. Non si tratta di uno scherzo, ma dell’ultimo studio americano in tema di sovrappeso.L’ipotesi dei ricercatori, guidati dal dottor Jeffrey Schwimmer, è che esiste uno stretto legame tra il virus AD36, responsabile di raffreddore e tosse, e l’obesità.

I ricercatori dell’Università della California School of Medicine hanno esaminato 124 ragazzi tra gli 8 e i 18 anni ed è emerso che nel loro sangue è presente un livello più alto di anticorpi anti virus AD36.

bambino_obeso
Come spiega Schwimmer, dallo studio è emerso che i ragazzi con i segni di una pregressa infezione da AD36 pesavano mediamente 22 chili più rispetto ai loro coetanei che non avevano nel sangue tracce del virus.

Considerando invece solo il gruppo dei ragazzi obesi, quelli portatori degli anticorpi anti AD36 pesavano in media 15 chili più degli altri oversize.

Mentre sembra ormai assodata la presenza di un'associazione tra infezione da AD36 e obesità (tanto nell'uomo che in alcuni tipi di animali), rimane ancora da comprendere quale sia il ruolo giocato dal virus, come riesca cioè a indurre l'obesità.

Non è noto ad esempio se l'obesità sia causata da un'infezione persistente da AD36 o da un effetto mordi-e-fuggi del virus sul metabolismo dell'ospite che verrebbe dal momento dell'infezione settato in modalità 'accumulo di grasso'.

Studi effettuati in laboratorio su colture cellulari, hanno evidenziato che l'AD36  ha una predilezione particolare per gli adipociti (le cellule del grasso) immaturi. Una volta attaccate dal virus queste cellule mostrano un'accelerazione del loro percorso di maturazione e aumentano rapidamente di numero. Questo potrebbe essere il meccanismo alla base dell'obesità infettiva anche nell'uomo.

Questo studio mette ben in evidenza come l'obesità sia questione assai complessa, che non può essere liquidata semplicemente attaccando i ragazzi per la loro pigrizia e per il mangiare scriteriato. Adesso è il momento di fare un passo avanti, spostandosi dalla dimensione della pura colpevolizzazione, a quella dello studio approfondito di tutti gli aspetti del problema.

E questo al fine di fornire ai diretti interessati i migliori supporti di prevenzione e di terapia.

Fonte: AGI
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Luglio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information