DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Rischio di problemi comportamentali per i bambini che russano
Rischio di problemi comportamentali per i bambini che russano
Bambini - Articoli
Scritto da Angela Messina     Martedì 06 Marzo 2012 09:02    PDF Stampa E-mail
sonnoI bambini che russano o hanno problemi respiratori notturni, rischiano, rispetto agli altri, di avere problemi comportamentali durante la crescita. A rivelarlo è uno studio pubblicato su Pediatrics e svolto su un campione di 11mila bambini inglesi.

Secondo la responsabile del team di ricerca, Karen Bonuck, i problemi del sonno a lungo andare potrebbero danneggiare lo sviluppo del cervello dei bambini e secondo una stima un bimbo su 10 russa regolarmente e il 2/4% soffre di apnea del sonno.

Rischio di problemi comportamentali per i bambini che russano
Spesso la colpa è di tonsille o adenoidi ingrossate, che negli adulti problemi possono provocare una sonnolenza diurna, ma nei bambini possono provocare deficit di attenzione, iperattività, sintomi emotivi e problemi sociali. Per capire meglio cosa succede i ricercatori dell’Albert Einstein College of Medicine alla Yeshiva University di New York hanno coinvolto i genitori di 11 mila bimbi, inclusi in un progetto di ricerca britannico, l'Avon Longitudinal Study of Parents and Children,  invitandoli a compilare un questionario in cui sono stati registrati sia il livello di russamento e apnea nei primi sei o sette anni di vita dei figli, sia la propria valutazione del comportamento dei bambini.

Dall'analisi dei questionari si è visto che bambini con problemi di respirazione durante il sonno hanno tra il 40% e il 100% di probabilità in più di sviluppare problemi neurocomportamentali dall’età di sette anni. La ricercatrice pensa che i disturbi respiratori durante il sonno potrebbero causare problemi comportamentali in diversi modi: riducendo l’apporto di ossigeno al cervello, interrompendo i processi di recupero legati al sonno, o con uno squilibrio di sostanze chimiche cerebrali.

La ricercatrice afferma anche che i genitori, nel caso in cui sospettano che i figli abbiano problemi legati alla respirazione durante le ore di sonno, dovrebbero chiedere al pediatra o al medico di famiglia una valutazione più approfondita, al fine di effettuare una visita con un otorinolaringoiatra o uno specialista del sonno e scongiurare danni futuri.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information