DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Bimbo in coma in seguito ad un intervento, l'ospedale pagherà un vitalizio
Bimbo in coma in seguito ad un intervento, l'ospedale pagherà un vitalizio
Bambini - Articoli
Scritto da Angela Messina     Lunedì 25 Giugno 2012 09:36    PDF Stampa E-mail
ospedaleIl tribunale civile di Trieste con una sentenza depositata il 29 maggio e notificata alle parti all’inizio del mese di giugno, che è destinata a fare giurisprudenza, per mezzo del giudice del foro giuliano, Riccardo Merluzzi, ha condannato il Burlo Garofolo di Trieste a versare ad un bambino, rimasto in stato vegetativo in seguito ad un intervento, a titolo di danno patrimoniale, 1.500 euro al mese sotto forma di rendita vitalizia a decorrere dal venticinquesimo anno d’età.

Verso la fine dle 2007 un bambino di appena un anno e mezzo, veniva operato per un ascesso retrofaringeo, un accumulo di pus nella zona posteriore della gola che gli impediva di deglutire e respirare bene e che dunque doveva essere rimosso.

Bambino in coma dopo un intervento, l'opedale pagherà un vitalizio
Qualcosa però, in quell’intervento potenzialmente banale, è andato storto e l’operazione, che doveva restituire al bambino una vita normale, si è invece trasformata in una tragedia. Dalla sala operatoria dell’ospedale Burlo Garofolo di Trieste, il piccolo è uscito in stato vegetativo permanente e da allora, oggi ha sei anni, non può né muoversi né parlare.

Per la giustizia si è trattato di un errore medico. Il tribunale ha pure riconosciuto un cospicuo danno non patrimoniale alla famiglia, dovendo questa farsi carico dell’onere di garantire continua assistenza al figlio, quantificato in 2,5 milioni di euro, che verranno liquidati in una soluzione unica salvo per i 250 mila euro già anticipati.

Per la giustizia italiana questa è la prima sentenza del genere ed è arrivata al termine di un’accurata attività d’indagine mirata a ricostruire l’accaduto e a verificare l’esistenza o meno di un errore da parte dei medici. Errore che, secondo l’esperto di medicina legale e rianimazione cui si è affidato il giudice del foro di Trieste, c’è stato e sarebbe da imputarsi alla condotta colposa dell’anestesista, il quale ha proceduto alla precoce rimozione del tubo tracheale al termine delle manovre chirurgiche senza valutare appieno la complessità e i rischi della situazione. Il sangue, a causa dell’errore, non sarebbe arrivato al cervello del piccolo, causandogli danni permanenti.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information