DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Scuola: l'Italia in ritardo sulle tecnologie digitali
Scuola: l'Italia in ritardo sulle tecnologie digitali
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Mercoledì 06 Marzo 2013 15:29    PDF Stampa E-mail
bimbo genioL'Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) ha bocciato l'Italia sulle dotazioni multimediali e l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (Ict) nella scuola. Su queste ultime, siamo in ritardo rispetto alla maggioranza dei paesi: nel 2011 solo il 30% degli studenti italiani di terza media utilizzava le Ict come strumento di apprendimento durante le lezioni di scienze.

La media è invece del 48% in altri Paesi dell'Ocse, lo svela l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nello studio sul Piano nazionale italiano per la Scuola Digitale, presentato oggi a Roma al Ministero dell'Istruzione. Secondo l'Ocse il Piano, lanciato nel 2007 dal Miur, usa le sue poche risorse finanziarie per attuare una visione realistica e ambiziosa dell'innovazione.

bambino con zaino
Le scarse risorse del Piano hanno limitato l'efficacia delle sue diverse iniziative, soprattutto a causa della mancanza di risorse più che di una scarsa domanda da parte delle scuole e degli insegnanti. Per questo motivo la presenza delle dotazioni tecnologiche nelle classi è ancora molto bassa.

Nel suo dossier l'Ocse ricorda che sulle dotazioni multimediali e sulle Ict il Piano italiano per la Scuola Digitale ha stanziato 30 milioni di euro all'anno per 4 anni, cioè meno dello 0,1% della spesa pubblica per l'istruzione (meno di 5 euro per studente di scuola primaria e secondaria all'anno).

Una condizione necessaria al successo del Piano così com'è attualmente configurato è un importante aumento delle risorse attraverso finanziamenti pubblici o privati. Considerando le attuali restrizioni di bilancio, è difficile prevedere un aumento delle risorse, e il rapporto propone di riconsiderare alcuni aspetti del Piano.

Questo è necessario per raggiungere due obiettivi: accelerare l'integrazione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle scuole e nelle classi e creare una Rete di Laboratori per l'Innovazione. Con questi laboratori alcune scuole pilota potranno sperimentare e concepire nuove pratiche didattiche e organizzative per migliorare il sistema scolastico italiano, reindirizzando i progetti di innovazione sull'iniziativa scuol@ 2.0.

Ci sono "numerosi punti di forza" nel Piano Nazionale italiano per la Scuola Digitale, ma i tempi di realizzazione sono ancora troppo lunghi. La prima critica alla scuola italiana è quindi la lentezza con la quale sono state diffuse le tecnologie digitali.

L'Italia è particolarmente lenta nella diffusione delle tecnologie digitali nella scuola, al punto che con l'attuale tasso di diffusione sarebbero necessari altri 15 anni per raggiungere i livelli di diffusione delle tecnologie digitali registrati, ad esempio, in Gran Bretagna (dove l'80% delle classi possiede strumenti didattici, informatici e digitali). Nel nostro paese c'e' una media di 6 pc per ogni 100 studenti contro quella Ue di 16.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 688 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information