DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Una bambina non vedente viene respinta dalla scuola media
Una bambina non vedente viene respinta dalla scuola media
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Giovedì 04 Aprile 2013 09:31    PDF Stampa E-mail
bambiniPer legge nessun istituto può rifiutare l'iscrizione di un alunno disabile, invece è accaduto a Marta, una ragazzina non vedente della Val di Susa, precisamente a San Didero. Alla ragazzina è stata rifiutata l'iscrizione alla classe prima media nella scuola di riferimento per territorio, a Borgone di Susa. L'Associazione Piemontese Retinopatici e Ipovedenti (A.P.R.I.-onlus) prende posizione e la famiglia ha scritto al Provveditorato di Torino. La presa di posizione della scuola media di Borgone è gravissima secondo Marco Bongi, presidente A.P.R.I.-onlus. La legge parla molto chiaro in proposito: nessuna scuola può rifiutare, neppure per motivi tecnico-logistici, l'iscrizione di un alunno disabile, per quanto grave possa essere la sua situazione.

Continua dicendo che non esclude che si possano ravvisare anche responsabilità di carattere penale. La mamma della bambina in questione dichiara che se la bambina fosse accolta, come suo diritto, nella scuola media di Borgone potrebbe anche raggiungerla da sola, utilizzando, come tutti gli altri studenti, il servizio di scuolabus, al contrario invece se dovesse andare a Condove dovrebbe essere accompagnata dai genitori tutti i giorni e costringerla a svegliarsi molto prima.

bambini sul prato
Dall'Apri fanno notare che un alunno disabile visivo, non necessitando di sedia a rotelle, non occupa assolutamente spazio in più rispetto ad un bambino normodotato. Le sue esigenze di abbattimento delle barriere architettoniche sono ridotte e la presa di posizione della scuola sembra davvero incomprensibile e priva di qualsiasi fondamento giuridico o didattico.

Il diritto alla frequenza è sancito dalla legge n. 104/1992, dalla Sentenza della Corte Costituzionale n. 215/ 1987 e dalla Circolare Ministeriale n. 262 del 1988. La scuola, nella lettera ai genitori, spiega che la domanda non può essere accolta perché il numero delle iscrizioni supera la capacità recettiva dell'aula.

Il caso è stato portato all'attenzione dell'ufficio scolastico regionale e con la telefonata del ministro Francesco Profumo, la mamma si è vista questa volta accettare l'iscrizione a scuola. La segnalazione è stata fatta con una relazione al ministro, la scuola è una scuola di montagna, che ha resistito alla chiusura. La scuola dà la precedenza a chi già la frequenta, dovendo ricusare delle iscrizioni il criterio è stato l'accettazione prioritaria degli allievi residenti che già frequentano la scuola primaria nel nostro istituto ed hanno effettuato nei plessi di competenza tutto l'iter scolastico.

Questo dice la lettera inviata dalla preside alla famiglia di Marta. Alle sette di sera a portare la bella notizia è arrivata la telefonata del ministro dell'Istruzione Francesco Profumo che ha detto alla madre di Marta di non preoccuparsi e che si sistemerà tutto.

Lei, Monica, madre di una ragazzina ipovedente di San Didero, in Valsusa ha ringraziato il Ministro ma ha chiesto di voler possedere qualcosa di scritto. Finora l'unica cosa che ha in mano è il foglio che nega alla figlia Marta l'iscrizione della scuola media di Borgone perché si dà la priorità a chi ha frequentato le elementari nello stesso istituto. Monica continua dicendo che se adesso le cose sono cambiate se ne rallegra e le spiace che per ottenere qualcosa che spettava di diritto a Marta hanno dovuto sollevare un polverone.

L'Apri, Associazione piemontese retinopatici e ipovedenti, aveva diffuso una nota sul caso di Marta, 11 anni, quinta elementare, affetta da retinopatia pigmentosa, malattia genetica incurabile che le ha ridotto la vista a un decimo.

Nonostante manchino ancora diversi mesi prima dell'inizio dell'anno scolastico, l'urgenza con cui la famiglia si è mossa è giustificata dal fatto che entro il 31 marzo avrebbero dovuto chiedere per Marta i libri scolastici "speciali" (alcuni registrati su cd audio, altri con caratteri più grandi) in base ai testi adottati dalla scuola. A Marta piace andare a scuola, registra le lezioni, le riascolta, si fa degli schemini non a parole ma con segni che lei capisce e che l'aiutano a memorizzare.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information