DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli I neonati sanno riconoscere la veridicità di un'emozione
I neonati sanno riconoscere la veridicità di un'emozione
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Venerdì 18 Ottobre 2013 15:53    PDF Stampa E-mail
BambinaI neonati sono capaci di riconoscere la veridicità di un’emozione sulla base del contesto in cui è espressa dagli adulti e a dimostrarlo è la ricerca promossa da Sabrina Chiarella della Concordia University. Un nuovo studio canadese ha scoperto che è inutile che i genitori sorridano facendo finta che una situazione non sia stressante o triste (per proteggerle i piccoli dagli effetti negativi della situazione) perchè i neonati riescono perfettamente a correlare le sensazioni degli altri al contesto e a smascherare la falsa felicità in una situazione triste.
 
Dai dati dello studio emerge che i neonati a quindici mesi non possono comprendere se un’espressione facciale è scollegata o meno dal contesto, ma appena tre mesi dopo sviluppano questa abilità. Inoltre sono capaci di provare empatia per la tristezza altrui anche quando è dissimulata. 
 
Empatia Bambini

Per empatia si intende la capacità che sviluppiamo di immedesimarci negli altri e partecipare alle loro emozioni o sofferenze. Le persone tendono naturalmente ad essere empatiche con il genere umano, in modo particolare con le persone a cui sono più legate. 
 
Fino a poco tempo fa si escludeva che questo stato d’animo potesse esistere prima dei quattro anni, ma secondo un altrto studio, questa volta ungherese, i neonati intorno ai sette mesi potrebbero provare empatia. La ricerca è stata pubblicata su "Infancy: The Official Journal of the International Society on Infant Studies". 
 
Un esempio pratico di empatia tra bambini è quello che succede negli asili nido: nella sezione lattanti si può assistere a una sorta di pianto “contagioso” in cui iniziano uno o due bambini e ben presto piangono anche gli altri. 
 
A volte succede anche il contrario: alcuni bambini piangono e, dopo averne calmato uno, gli altri smettono. In questi casi, spesso si parla di “imitazione” per spiegare il fenomeno. 
 
Questa però non è una spiegazione sufficiente, ma un’etichetta che non considera le emozioni dei bambini in gioco. I bambini non stavano imitando, ma provando una sorta di empatia.
 
Una dimostrazione di empatia si può vedere ad esempio quando alcuni bambini (già deambulanti) cercano di consolare un bambino che piange portandogli un oggetto particolare (giocattolo, ciuccio, ecc) per distrarlo, o avvicinandosi a lui e guardandolo per tentare di capire cosa succede.
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

arancia.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information