DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Bambini e ragazzi sempre più sedentari a causa della crisi economica
Bambini e ragazzi sempre più sedentari a causa della crisi economica
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Lunedì 20 Gennaio 2014 10:14    PDF Stampa E-mail
Sport La crisi economica colpisce anche gli stili di vita e la salute dei bambini: un minore su 4 nel tempo libero non fa attività fisica e non pratica uno sport a causa di problemi economici. 
 
Questi dati emergono dalla ricerca "Lo stile di vita dei bambini e dei ragazzi" che è stata realizzata da Ipsos per Save the Children e Mondelēz in Italia, condotta fra i ragazzi italiani tra 6 e 17 anni, e presentata a Roma. 
 
Ragazzi sport

I ragazzi italiani sono sempre più pigri: 4 su 10 si muovono in auto, pochi (24%) a piedi, ancora meno (9%) in bici, il 73% sta in casa nel tempo libero e tra le cause dell’inattività, secondo il 35% di genitori intervistati c'è la mancanza di voglia e di interesse da parte dei bambini e ragazzi, il costo eccessivo delle strutture, per il 28% di madri e padri, con un aumento del 13% rispetto al 2012, l’incompatibilità degli orari, per il 13% del campione. 
 
Le difficoltà economiche hanno un impatto anche sulle abitudini dei genitori che nel tempo libero non praticano sport mai o raramente, ci rinuncia il 44% dei genitori (a fronte del 37% nel 2012).  
 
Secondo l'opinione dei ragazzi, sono sempre di più coloro che danno scarsa rilevanza all’attività fisica: alla domanda "tra i tuoi amici e compagni come viene considerato uno che pratica sport, fa attività fisica", il 39% (+7% rispetto al 2012) risponde in nessun modo particolare, non se ne parla quasi a fronte invece di un 40% (-6% in confronto al 2012) di under18 che dichiara un’opinione positiva. 
 
La scuola vede confermato il suo ruolo nella promozione delle attività sportive anche se si registra un calo nella disponibilità di spazi dedicati, infatti il 91% dei ragazzi pratica attività a scuola, prevalentemente con la classica frequenza bi-settimanale. 
 
Un 9%, tuttavia, non fa pratica motoria a scuola e ciò, nel 39% dei casi, per l’assenza di uno spazio attrezzato (+10% rispetto al 2012).  
 
Gli adolescenti, più autonomi nello spostamento e non ancora motorizzati, usano i mezzi pubblici più degli studenti degli altri gradi di scuola (59% contro 16% della secondaria inferiore) ma anche presso questo gruppo di età l’uso della bicicletta è limitato al 12%, come del resto fra i pre-adolescenti (11-13 anni) che tuttavia si muovono a piedi in un terzo delle occasioni. 
 
Gli spostamenti a piedi, sebbene decisamente più limitati per i 14-17enni (11%), tendono ad esser più lunghi, ma rimane l’abitudine a camminare poco, massimo mezz’ora per due ragazzi su tre (66%) e più di un’ora solo per un segmento limitatissimo di giovani (4%).
 
Un terzo dei ragazzi (32%) prende l’ascensore per raggiungere i piani alti.  A incentivare la sedentarietà dei bambini e adolescenti italiani ci sono poi i media.
 
Il tempo davanti alla Tv è quasi la metà (47%) la vede per un tempo compreso fra 1 e 3 ore al giorno, aumenta, di poco, il tempo dedicato ai videogames, dell’85% che vi gioca, il 57% lo fa mediamente per un tempo compreso fra 1 e le 3 ore. 
 
Internet è legato all’età: lo utilizza il 100% degli over 14 anni e il 30% vi passa anche più di tre ore, contro un 80% degli 11-13 enni e il 59% dei minori di 10 anni, che ne fanno un uso più morigerato, in media un’ora e mezz’ora. 
 
I minori italiani stanno moltissimo a casa: il 73% vi trascorre (a casa propria o di amici) il tempo libero, a fronte di un 27% che lo trascorre fuori casa all’aperto con gli amici. 
 
Il 36% dei genitori motiva lo stare a casa dei figli con la mancanza di spazi all’aperto dove incontrarsi con gli amici, e questo sembrerebbe legato ad un leggero calo della disponibilità di campi sportivi (-6% secondo i genitori, -3% secondo i figli). 
 
Il quadro mostra bambini più sedentari, disabituati all’incontro e confronto con i pari, che passano molto tempo a casa, rischiano più di altri di sviluppare patologie ma anche di essere più tristi, depressi, soli, come commenta Valerio Neri Direttore Generale Save the Children Italia.  
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.




Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Giugno 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

mattia_gennaro.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 989 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information