DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Esiste una precocissima capacità del bambino a relazionarsi con la madre
Esiste una precocissima capacità del bambino a relazionarsi con la madre
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Lunedì 10 Febbraio 2014 09:08    PDF Stampa E-mail
Mamma BimboDaniel Stern, psichiatra e psicoanalista statunitense ed esponente di spicco della Infant Research, ha dimostrato in modo sperimentale, con accurate osservazioni e registrazioni, che esiste una precocissima capacità del bambino a relazionarsi con la madre.
 
Nella nostra specie, madre e piccolo comunicano attraverso  gli sguardi, i gesti, i baci, le vocalizzazioni, i sorrisi e le risatine: questi comportamenti hanno una natura “duale”, bidirezionale, rappresentano dei "dialoghi sociali", precocemente conformi alle regole dell’alternanza dei turni. 
 
Mamma Neonato

Se un bambino emette un gridolino di piacere, la madre può rispondere intonando la propria voce con quella del piccolo o dondolandolo delicatamente.  
 
La madre, in generale il caregiver (colui che si prende cura) ha un ruolo cruciale perchè favorisce il coinvolgimento del neonato nello scambio comunicativo, identificandosi empaticamente con i suoi stati d’animo e le sue motivazioni, e offrendogli modalità comunicative adattate con variazioni ritmiche e prosodiche.
 
Una forma particolare di lingua, "il maternese" o "mammese" è usata dalle donne in modo naturale quando si rivolgono ai neonati. Le variazioni ritmiche e prosodiche, che servono anche ad amplificare le emozioni e l’esperienza vissuta dal bambino, sono canali privilegiati di trasmissione delle emozioni. 
 
Questo passaggio di espressioni emotive dalla madre al neonato e viceversa definisce uno stretto “contatto mentale” tra i due, i momenti finalizzati ad entrare in sintonia con il proprio figlio (Stern definisce questo processo come "attunement" cioè sintonizzazione) danno al bambino la sensazione profonda e rassicurante di essere in rapporto con la madre, che le sue emozioni sono riconosciute, accettate e ricambiate. 
 
Stern è autore del noto saggio "Il mondo interpersonale del bambino" di  Bollati Boringhieri e crede fermamente che le basi della futura vita emotiva vengano poste attraverso queste esperienze di comunicazione e condivisione tra madre e bimbo. 
 
Le difficoltà emotive e relazionali del caregiver (ad esempio una madre depressa) possono interferire in maniera negativa sulla qualità delle prime esperienze intersoggettive, con possibili ripercussioni sulla crescita psicologica del bambino.  
 
L’utilizzo del "maternese" potrebbe rappresentare un contesto sociale di facilitazione per l’apprendimento della lingua da parte del bambino. 
 
L’antropologo americano Dean Falk ha proposto l’idea che il linguaggio possa essere derivato dal canto delle madri ai propri figli. 
 
Il "maternese" è di fatto un “linguaggio" musicale, con una ritmica semplice, un’intonazione cantilenante intenzionalmente esagerata che può salire e scendere di due intere ottave (che fa da contrappunto alle fasi dell’esperienza intersoggettiva vissuta in quel momento dai due partner) ed un timbro più alto di quello che si usa normalmente in una conversazione tra due persone. 
 
Questo ritmo cantilenante cattura l’attenzione del bambino, lo calma e lo affascina, ne stimola l’espressione del sorriso, ma verosimilmente, questo linguaggio assolve ad una funzione più complessa: la studiosa Marilee Monnot, professore associato presso il Dipartimento di Neurologia dell’Università di Oklahoma, ha esposto interessanti risultati delle sue ricerche sugli effetti del “maternese" nella sua dissertazione di dottorato, svoltosi all'Università di Cambridge. 
 
La Monnot ha osservato cinquantadue madri e i rispettivi neonati durante il primo anno di vita, ha messo a confronto il gruppo di madri che avevano fatto un uso continuo e costante del "maternese" con il gruppo di madri che lo avevano utilizzato di meno, è emerso che il primo gruppo aveva bambini che crescevano più rapidamente e raggiungevano in tempi più rapidi le tappe fondamentali dello sviluppo rispetto ai bambini appartenenti alle madri del secondo gruppo. 
 
Le parole, in questa "lingua", non sono strettamente necessarie, si tratta solo di una sillabazione che scivola insensibilmente in una filastrocca, del tipo Ambarabà, ciccì, coccò.
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Marzo 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 9 1 2 3
week 10 4 5 6 7 8 9 10
week 11 11 12 13 14 15 16 17
week 12 18 19 20 21 22 23 24
week 13 25 26 27 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

arancia.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

La Ragnatela News

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 630 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information