DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Curare i neonati prematuri con il calore del corpo: la marsupio-terapia
Curare i neonati prematuri con il calore del corpo: la marsupio-terapia
Bambini - Articoli
Scritto da Tatta Bis     Mercoledì 19 Febbraio 2014 10:59    PDF Stampa E-mail
Bambino PrematuroLa Kangaroo mother care o marsupio-terapia è nata in Colombia alla fine degli anni '70 ed è un metodo assistenziale di comprovata efficacia che permette di curare i neonati prematuri con il calore del corpo materno.
 
Il seno di una mamma e il piccolo corpicino di un neonato prematuro a contatto diretto, sotto costante controllo e per un periodo di tempo stabilito, in questo consiste la Kangaroo mother care, altrimenti detta marsupio-terapia o terapia del canguro. 
 
Bambino Nato Pretermine

Questo metodo si è diffuso in molti paesi in via di sviluppo, dove il numero di incubatrici a disposizione era decisamente insufficiente per salvare la vita di tutti i bambini nati prematuramente, questo metodo assistenziale si è dimostrato straordinariamente efficace e non solo da un punto di vista strettamente fisico.
 
Può regolarizzare la temperature corporea, il battito cardiaco, l’ossigenazione e la respirazione del piccolo, la marsupio terapia ne influenza positivamente anche lo sviluppo neurologico e psicologico, favorendo il legame d’amore con il genitore, grazie al recupero di quel contatto fisico di cui era stato privato dalla necessità della terapia intensiva.
 
Il bambino, in un ambiente apposito e sotto controllo infermieristico, viene posto nudo, in posizione eretta sul seno altrettanto nudo della mamma, la testa è girata in modo tale che il suo piccolo orecchio, poggiato sul petto del genitore, possa sentirne il battito. 
 
Il calore, la tranquillità, la tenerezza, la protezione e il senso di benessere generati dalla terapia del canguro aiutano il recupero generale delle condizioni di salute del bambino pre-termine e sono utili anche alla mamma a livello psicologico.
 
Spesso le mamme dei neonati prematuri soffrono il distaccamento dal piccolo, costretto in incubatrice, sviluppando a volte un senso di inadeguatezza, paura di non saper prendersi cura del proprio bambino, senso di colpa per non aver portato a termine la gravidanza. 
 
La Kangaroo mother care aiuta a superare questo disagio e permette di instaurare un’intima relazione tra genitore e figlio, con un contatto prezioso per la sua crescita.
 
In linea con la crescente tendenza in medicina di umanizzazione delle terapie, la KMC sta raccogliendo sempre maggiori consensi tanto che la pratica si sta estendendo ad entrambi i genitori.
 
Anche essere posti sul petto nudo del papà ha effetti positivi sullo sviluppo dei bambini prematuri e sono sempre di più i papà-canguro che scoprono il piacere di prendersi cura in maniera così intima e tenera del proprio piccolo. 
 
Questa tecnica è stata inventata dai neonatologi Edgar Rey e Hector Martinez. I risultati furono stupefacenti e superarono addirittura i benefici delle incubatrici: il tasso di mortalità dei bambini nati prematuramente diminuì in modo sensibile.
 
Il contatto pelle a pelle non avviene per 24 ore, ma solo in alcuni momenti della giornata ed è proposto solo qualche giorno dopo la nascita.
 
I risultati di alcune ricerche hanno dimostrato come i bambini che possono usufruire del contatto pelle a pelle presentano condizioni fisiche generali migliori favorendo una degenza ospedaliera più breve.
 
Gli studi hanno evidenziato oltre ad un maggior attaccamento madre-bambino un maggior adattamento neurocomportamentale alla vita extrauterina.
 
Anche per quanto riguarda le coliche sono stati riscontrati effetti positivi: è stato osservato che queste sono associate all’eccesso di pianto che accompagna l’incapacità del bambino di passare da uno stato, come quello di veglia, ad un altro, come quello di sonno. 
 
La marsupioterapia svolta in ambiente tranquillo con luci soffuse in qualunque bambino riduce il pianto e lo aiuta a imparare la transazione da un qualunque stato ad un altro.
 
La nascita prematura del proprio bambino è un evento vissuto dalla mamma con molto stress, ansia, paura, dolore e senso di colpa,questi sentimenti sommati alla lontananza dal figlio ritardano l’assunzione del ruolo genitoriale. 
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Ottobre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 40 1 2 3 4 5 6
week 41 7 8 9 10 11 12 13
week 42 14 15 16 17 18 19 20
week 43 21 22 23 24 25 26 27
week 44 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

arancia.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information