Un bambino su tre mangia poco pesce e verdure
Bambini - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Domenica 14 Giugno 2015 22:00 Stampa
Pesce AzzurroLe verdure e il pesce, secondo i risultati della nuova edizione dell'Osservatorio Nutrikid Nestlé, sono dei cibi che il 30% dei bambini in Italia non mangia, alcuni occasionalmente e solo il 36% da 1 a 6 volte a settimana.
 
Lo studio del Nestlé Research Center ha messo in luce che se i bambini aiutano i genitori nella preparazione dei pasti mangiano una quantità di verdure maggiore rispetto a quelli che non sono coinvolti nella preparazione del proprio pasto: il 76% in più di insalata, bruciando il 25% di calorie in più rispetto agli altri. 
 
Famiglia a tavola

Nasce da questi dati l'idea di usare il Natale e la sua convivialità per educare i bambini ad un'alimentazione più sana.
 
Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi) spiega che negli ultimi anni si è registrato un calo dei consumi di pesce e verdura in concomitanza con l'aumento di pasta, pane e simili.
 
Questo avviene nonostante siano comprovati e riconosciuti i benefici di questi alimenti, ma non bisogna in alcuni modo forzare i bambini a tavola e neanche dimenticare che pesce e verdure contengono importanti proteine che aiutano nella crescita dei bambini, rappresentano i mattoni per costruire i nuovi tessuti. 
 
L'esperto ha spiegato anche che è bene che i genitori siano consapevoli delle necessità nutrizionali del bambino educando al gusto e alle buone scelte che passano per la manipolazione e la sperimentazione.
 
Uno dei consigli che i nutrizionisti danno ai genitori per di abituare i loro piccoli al gusto di pesce e ortaggi, è quello di cucinarli insieme, rendendo il momento del pasto un "rito" creativo in cui i bimbi siano soggetti attivi e non passivi.
 
Le verdure sono straordinarie fonti di vitamine, minerali e fibre indispensabili per il benessere dei bimbi e per rinforzare il loro sistema immunitario in formazione, mentre il pesce contiene ottime proteine nobili e grassi "buoni" che servono al cervello e alle ghiandole endocrine per la loro perfetta funzionalità.
 
Ciascuno di noi, fin da piccolo, dovrebbe consumare 5 porzioni di frutta e di verdura ogni giorno per garantirsi salute e benessere.
 
Stando ai dati diffusi dall'Osservatorio Nestlè, le abitudini alimentari dei piccoli vengono apprese in casa, pertanto una della ragioni per cui nei loro menù pesce e verdure non ci sono, è dovuta al fatto che anche mamma e papà ne mangiano poco, preferendo pasta e carne.
 
Il pesce e le verdure si possono preparare in mille modi, e i suggerimenti in tal senso sono tanti, per quanto riguarda i pesci, dovete scegliere quelli più gustosi, con carni tenere e poche spine: salmone, la trota, il merluzzo, ma anche il nasello o la coda di rospo, i filetti di sogliola e di spigola, sgombri e tonno (anche fresco). 
 
Potete preparare degli ottimi hamburger e crocchette di pesce fresco, aggiungendo all'impasto verdure che i bambini amano, come piselli, zucchine, carote, pomodori.
 
Componete piatti colorati e divertenti, che stimolino in lor l'appetito e la loro vista.
 
 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information