DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Giornata della Sindrome di Down, spot anti-pregiudizi: "Sono disabile, non diversa"
Giornata della Sindrome di Down, spot anti-pregiudizi: "Sono disabile, non diversa"
Bambini - Articoli
Scritto da Nena86     Lunedì 21 Marzo 2016 22:28    PDF Stampa E-mail
downschild4Oggi, 21 marzo, è la Giornata mondiale sulla sindrome di Down. Ed è, anzi, deve essere un'occasione per superare i troppi pregiudizi legati a questa condizione, anche grazie alle iniziative #HowDoYouSeeMe e #MyFriendsMyCommunity. Troppi, infatti, sono i pregiudizi che ancora colpiscono bambini e adulti affetti da questa anomalia genetica (la trisomia del 21, caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più, tre invece di due, nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule).

Ed è per questo che la Giornata mondiale sulla sindrome di Down, che si celebra ogni 21 marzo, risulta sempre più necessaria.

Coordown (il coordinamento nazionale associazioni delle persone con sindrome di Down) ha lanciato sul web due iniziative legate a due video, che raccontano la sindrome da due punti di vista. #MyFriendsMyCommunity ha l’obiettivo di mostrare come i bambini Down siano in grado di sviluppare rapporti di amicizia e relazionarsi col prossimo, di praticare attività sportive e artistiche, non diversamente dai loro coetanei.
 
#HowDoYouSeeMe vede la partecipazione di Olivia Wilde nei panni di Anna Rose, una ragazza affetta da sindrome di Down che ride, gioca, scherza, piange. E vuole proprio essere vista per quello che è, non per come appare. Un invito ad andare oltre l’apparenza e a non discriminare persone che possono e devono avere un ruolo attivo nella nostra società. 

La Sindrome di Down secondo stime dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) colpisce un bambino ogni circa mille nati vivi.  Da un punto di vista legislativo, per quanto concerne l’Italia, si ha un’ottima tutela delle persone con disabilità, bensì ci siadifetto nell’erogazione dei servizi: vuoi perché spesso ci sono tagli, vuoi perché non c’è coordinamento tra gli enti pubblici. Le persone affette da sindrome di Down possono raggiungere anche un’indipendenza, fino ad avere una vita autonoma dalla famiglia di origine, purché supportate e aiutate nel modo giusto.

E le associazioni dei genitori vogliono proprio lavorare per far sì che nella scuola e nel lavoro ci siano i giusti supporti, quindi anche i servizi consultoriali. Lo sguardo conta, sia il proprio che quello degli altri: questo vuole esprimere il messaggio della campagna internazionale di sensibilizzazione "How do you see me?" (Tu come mi vedi?)

"La ragazza non rifiuta la sua condizione né desidera essere qualcun altro - sottolineano da CoorDown - La presenza della star americana è un espediente narrativo: il messaggio è soprattutto sullo sguardo degli altri e sui pregiudizi e le aspettative stereotipate della società". "Vogliamo contribuire a un cambiamento culturale - spiega il presidente di CoorDown Onlus Sergio Silvestre - solo quando la disabilità sarà percepita come una delle sfaccettature della diversità si potrà davvero fare inclusione, riconoscendo l'unicità di ogni individuo". 

Spiega Matilde Leonardi, neurologa al Besta di Milano: “In Italia ogni 1.200 neonati, uno ha la SdD e le persone con Sindrome di Down in Italia oggi, al contrario di quanto accadeva sino a 20 anni fa, invecchiano. Mentre nel 1929 la loro aspettativa di vita era di dieci anni, oggi la loro aspettativa di vita è sui 60 anni. E’ inammissibile che non vi siano politiche adeguate”. 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Gennaio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 1 1 2 3 4 5 6
week 2 7 8 9 10 11 12 13
week 3 14 15 16 17 18 19 20
week 4 21 22 23 24 25 26 27
week 5 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

La Ragnatela News

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 822 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information