Con Drynites entra nel mondo delle notti asciutte
Bambini - Prodotti
Scritto da Eva Forte     Venerdì 07 Settembre 2012 14:02 Stampa
Nanna LogoSul nostro forum spesso abbiamo parlato di pipì a letto, causa di molte preoccupazioni spesso infondate delle mamme che hanno paura di non saper affrontare il problema con i loro bambini. Importante sapere che questo "problema" è più frequente di quanto si pensi ed è una fase normale che attraversano moltissimi bambini. Tra i 4 e i 10 anni, ne soffre un bambino su 8 e questa fase passeggera scompare con la crescita.

Bisogna quindi rassicurare i propri figli e non sgridarli o colpevolizzarli. Fortunatamente per tamponare questa fase esistono diversi sistemi che assicurano ai bambini una notte serena, senza il triste risveglio in un letto bagnato. Per le piccole perdite sporadiche potete mettere una fascia assorbente tra materasso e lenzuola, ma se il problema è più importante potete utilizzare i pannolini da notte inventati proprio per queste occasioni, come gli Huggies Drynites.
 
Dry Nights
Arrivare informati su questo problema è molto importante per saperlo affrontare bene. Vi suggeriamo il sito Huggies dove è spiegato molto bene il perchè accade e come porvi rimedio.

Tra i 4 e i 14 il 10% dei bambini prima o poi bagna il letto di notte e questo accade in maggioranza prima degli 8 anni. Si chiama enuresi ed è proprio "una involontaria perdita di urina in una età in cui il controllo della vescica dovrebbe essere già stato raggiunto".

L'importante è farsi vedere pazienti e lasciare da parte l'ansia, perchè dovrà essere il bambino a passare questa fase con i propri tempi. Esistono comunque due diversi problemi connessi alla pipì a letto: l'enuresi primaria si riferisce ai bambini che non sono mai stati asciutti durante la notte e questo riguarda in genere i bambini più piccoli che non hanno ancora imparato a riconoscere nel sonno la sensazione di vescica piena.

L'enuresi secondaria si ha quando il bambino ha smesso di fare la pipì a letto per un lungo periodo e può poi ricapitare di bagnarlo a distanza di tempo. Questo può dipendere da vari fattori, come ad esempio sul lato emotivo per la prepoccupazione verso qualcosa come il rientro a scuola o problemi familiari.

Ad essere colpiti dall'enuresi sono per la maggioranza i bambini di sesso maschile, forse dipende dal fatto che le femminucce imparano prima dei maschi a controllare la vescica anche se non è stato accertato.

Proprio per la differenza tra maschi e femmine, anche i pannolini da notte per i bimbi più grandi della Huggies sono studiati per essere differenti e andare ad assorbire nel miglior modo.
 
 

Articolo sponsorizzato

 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information