Le bibite gassate possono danneggiare il cervello
Benessere - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Lunedì 18 Novembre 2013 14:21 Stampa
bibite gasateLe bibite gassate e le bevande zuccherate sono dannose per la salute, ma questo lo sapevamo già, la lista delle conseguenze dannose aumenta: la notizia arriva dai risultati emersi da alcuni esperimenti condotti sui topi da laboratorio. 
 
Le cavie a cui sono è stata somministrata acqua con zucchero pari a quello presente nelle bibite gassate, sono sin da subito apparsi più iperattivi degli altri e l’analisi di una porzione del cervello ha mostrato un’alterazione di oltre 300 diverse proteine. 
 
Bibite gassate

Dallo studio è emerso che l’anidride carbonica e lo zucchero, presenti in grandi quantità nelle più comuni bibite gassate, potrebbero provocare alterazioni alle proteine del cervello.
 
Janet Franklin ha coordinato un gruppo di ricercatori dell’Università di Sidney e ha presentato questi risultati al meeting annuale della Brititsh Society of Neuroscience.
 
Gli studiosi sono tutti concordi nel ritenere che il consumo prolungato e continuo delle bibite gassate può produrre effetti devastanti per l’organismo: obesità, calcoli renali e perfino patologie più gravi come il cancro o l’Alzheimer.
 
Il consumo delle bibite gassate sarebbe da limitare a rare occasioni per mantenere uno dei nostri organi principali in salute. Il consumo frequente di queste bevande potrebbe condurre ad iperattività, problema sempre più frequente nei bambini in età scolare. 
 
Per molte persone le bibite gassate rappresenterebbero infatti una parte importante dell'apporto calorico giornaliero, adulti e bambini tendono a preferire le bibite gassate e le bevande zuccherate, all'acqua, quando hanno sete.
 
I ricercatori australiani sono intervenuti per ricordare che per dissetarsi dovremmo bere acqua  e non le bibite gassate, che dovrebbero rappresentare uno strappo alla regola da concedersi davvero raramente. 
 
I risultati ottenuti dagli esperti hanno incrementato la preoccupazione relativa al consumo di bibite gassate.
 
Se volessimo sostituire l'acqua con una bevanda gustosa e colorata, potremmo bere i succhi di frutta e i frullati, sempre preparati in casa con frutta fresca e il più possibile di stagione. 
 
Questo non è il primo allarme nei confronti delle bibite gassate lanciato dalla scienza, e Frankiln aggiunge a tal proposito che c'è stato un preoccupante incremento nel consumo di queste bevande.
 
 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information