DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Benessere Articoli Il cervello ha raggiunto il suo massimo sviluppo
Il cervello ha raggiunto il suo massimo sviluppo
Benessere - Articoli
Scritto da Martina Paolucci     Giovedì 04 Agosto 2011 09:00    PDF Stampa E-mail
Il cervello non crescerà piùIl progresso continua ad avere il suo corso, e la mente umana sembra sempre possa seguirlo nella speranza di accopagnarlo. Quello che però uno scienziato inglese i dell'Università di Cambridge sostiene è che il cervello umano ha ormai raggiunto il suo massimo sviluppo, per cui non saranno più visibili nuovi stadi e nuove progressioni. Insomma, da un po' di tempo a questa parte, il cervello ha potuto già dare prova delle sue potenzialità attraverso noti personaggi che hanno rivoluzionato il nostro modo di conoscere e che qualcuno potrà eguagliare ma nessuno sorpassare.

Coordinatore della ricerca il professor Simon Laughlin, professore di Neurobiologia presso l'università inglese che, nel suo libro "Work meets Life" sostiene la tesi per cui gli uomini non potranno mai essere più intelligenti di quanto sono ora. Un ulteriore sviluppo, secondo il professore britannico, rischierebbe di comprometterne le funzioni vitali.

Il cervello non crescerà più
Il problema, secondo il professore, sarebbe fisico: non ci sarebbe sufficiente spazio affinchè le cellule cerebrali possano svilupparsi ulteriormente. Allo stesso modo le connessione tra le cellule non potrebbero moltiplicarsi in quanto ogni nuova connessione richiede energia per trasmettere informazioni, rendendo sempre più difficoltosa la risposta dell'organismo. Il cervello, infatti, già consuma il 20% di tutta l'energia immagazzinata dal nostro corpo, per cui un ulteriore sviluppo del cervello potrebbe portare forti squilibri alle funzioni dell'organismo nel suo insieme.

Laughlin conclude suggerendo che in un futuro, al posto di un0evoluzione, il cervello potrebbe addirittura subire un'involuzione, che potrebbe essere causata, ad esempio, da carenza di cibo: le energie utilizzate dalle massa cerebrale, infatti, in questo caso potrebbero essere destinati ad altre funzioni fondamentali dell'organismo a cui dare priorità rispetto al cervello.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Luglio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information