le foglie d'ulivo producono un acido contro la sclerosi multipla
Benessere - Articoli
Scritto da Carmela Pelaia     Mercoledì 09 Maggio 2012 09:00 Stampa
olive-oilNelle foglie di ulivo si trova un acido che sarebbe potenzialmente capace di contrastare gli effetti di alcune malattie autoimmuni come la sclerosi multipla: la ricerca è stata condotta dall'Istituto de Biologia y Genetica Molecolar di Valladolid (Spagna) e pubblicata sul British Journal of Pharmacology e ha analizzato gli effetti dell'acido oleanolico.

Maria Luisa Nieto, capo ricercatrice, spiega che questa molecola è presente nelle foglie e contrasta i sintomi dell'encefalomielite autoimmune sperimentale dei topi, che viene utilizzata come modello per lo studio della sclerosi.

dalle folgie di ulivo un acido in aiuto alla sclerosi multipla
Entrambe sono malattie infiammatorie che causano la perdita della mielina, il rivestimento dei nervi, per colpa dell'attivazione anomala del sistema immunitario che distrugge il sistema nervoso del suo stesso organismo. L'acido oleanolico ha grandi capacità antinfiammatorie e già in passato era stato preso in considerazione da altri studi scientifici.  La novità è che lo studio ha permesso di scoprire che l'acido agisce impedendo l'ingresso nel sistema nervoso centrale delle cellule responsabili dell'infiammazione, riducendo anche le citochine.

La dottoressa Nieto spiega che "lo sviluppo della malattia è notevolmente più lento negli animali quando viene loro somministrato il principio attivo e in alcuni si è addirittura eliminati tutti i processi infiammatori associati alla malattia in termini di controllo muscolare, peso e sopravvivenza". Ora gli scienziati fremono per poter testare questa molecola anche nel trattamento delle malattie cardiovascolari.

La sclerosi multipla è una patologia multifattoriale, non c'è quindi una sola causa scatenante, ma si possono tenere in considerazione alcuni dati, come il fatto che sia più frequente nei soggetti di etnia caucasica (es. europei); qualche fattore ambientale, ancora non ben definito, dato che l'incidenza è inferiore nelle aree equatoriali del pianeta; fattori ereditari. La sclerosi multipla colpisce circa 4 milioni di persone nel mondo e circa 60000 in Italia.
 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information