DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Benessere Articoli Sleeptexting: nuovo sonnambulismo che fa mandare SMS
Sleeptexting: nuovo sonnambulismo che fa mandare SMS
Benessere - Articoli
Scritto da Tatta Bis     Martedì 22 Ottobre 2013 17:31    PDF Stampa E-mail
sonnambulismoLo chiamano "sleeptexting", una nuova forma di sonnambulismo che consiste nella tendenza di alcune persone di digitare e inviare SMS nel sonno, è un fenomeno troppo nuovo per poter vantare una letteratura scientifica sufficiente a comprenderlo a fondo. 
 
Per questo motivo il professor Michael Gelb della New York Univeristy ha deciso di farne materia di ricerca, questo disturbo colpisce in prevalenza adolescenti e giovani adulti, poiché sono quelli più legati al proprio telefonino (uno strumento che funge da "appendice comunicazionale").
 
Dormire Col Cellulare

Questo nuovo disturbo è classificato tra le forme di parasonnia, come appunto il sonnambulismo. Secondo il Professore, le nuove generazioni sono cresciute inviando messaggi e condividendo contenuti su Facebook, e durante il giorno sono abituate a controllare il proprio cellulare ogni due minuti.
 
Alcuni soggetti esaminati da Gelb hanno dichiarato di essersi risvegliati con il cellulare pieno di messaggi che non ricordavano di avere inviato, spesso i destinatari erano persone a cui i soggetti erano affettivamente legati (nello specifico ex-fidanzati). 
 
Gli sms inviati nel sonno spesso contengono frasi sconnesse e spessissimo sono messaggi che il sonnambulo non avrebbe mai mandato da sveglio, con testi imbarazzanti, confidenze o ancora con inviti a uscire a ex o nuovi potenziali partner.
 
C'è anche chi, come Casey Vandeventer, una donna di 31 anni, si è ritrovata a mandare messaggi nel sonno al padre defunto. Tra le cause di questo nuovo fenomeno, Gelb individua situazioni anomale di stress, disturbi legati al riposo e l’assunzione di farmaci che inducono il sonno. 
 
Nella maggior parte dei casi questi sms vengono inviati due ore dopo essersi addormentati e questo può scombinare le fasi del sonno rendendolo meno riposante.
 
Ad essere danneggiata è la fase del sonno che dà il vero e proprio riposo, la mancanza di sonno causa una serie di problemi di salute, tra cui l'obesità, l'ipertensione e le malattie cardiache.
 
Un buon modo per evitare di inviare messaggi imbarazzanti senza accorgersene, secondo Gelb, è smettere di utilizzare il proprio smartphone almeno 30 minuti prima di coricarsi. 


 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Luglio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information