DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Benessere Articoli Un esame del sangue per diagnosticare la celiachia
Un esame del sangue per diagnosticare la celiachia
Benessere - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Mercoledì 15 Gennaio 2014 10:01    PDF Stampa E-mail
celiachiaL’attuale diagnosi della malattia celiaca è limitata dalla necessità di biopsie intestinali e dall'assumere glutine da parte dei pazienti, per le persone che seguono una dieta senza glutine, senza una diagnosi formale, un test affidabile per la celiachia impone di consumare di nuovo del glutine, cosa spesso sgradevole e difficoltosa.
 
Ora però avere una diagnosi di celiachia potrebbe essere più facile e veloce: è stato creato un test del sangue, testato per la prima volta su 48 persone dagli studiosi del Walter and Eliza Hall Institute, in Australia, che hanno pubblicato i risultati in un articolo sulla rivista "Clinical and Experimental Immunology". 
 
Celiachia
Questo nuovo test, come spiega il dottor Jason Tye-Din, che ha condotto la ricerca, ha dimostrato di essere accurato, da risposte entro le 24 ore e limita l'assunzione del glutine da parte del paziente a soli tre giorni, a differenza della biopsia intestinale che la richiede invece per settimane o mesi. 
 
Il test è basato sul rilascio di citochine (cellule che indicano un'infiammazione ), è altamente predittivo della celiachia, gli studiosi hanno infatti osservato che dava risultati positivi in chi era celiaco conclamato mentre risulta essere negativi in chi non soffriva di intolleranza al glutine.
 
Per poter essere definitivamente validata, questa nuova metodica dovrà essere prima testata su più larga scala.
 
Il glutine è una proteina che è in molti cereali, come frumento, segale, farro, orzo e tutti i prodotti come i biscotti preparati con le farine. 
 
I celiaci devono fare attenzione anche alla contaminazione degli oggetti utilizzati in cucina che non siano a contatto con il cibo contenente glutine.
 
Il nuovo esame analizza non solo in modo rapido le proteine coinvolte nel processo di digestione del glutine, ma soprattutto è molto preciso in quanto, durante le fasi di test condotte su 48 partecipanti, ha sempre avuto esito negativo quando effettivamente il paziente era sano.
 
Secondo alcune teorie sembrerebbe che la celiachia si sia manifestata quando l’uomo ha abbandonato la dieta a base di carne e frutta secca per un’altra a base di grassi e grano.
 
Negli ultimi anni, si è scoperto molto di più su questa malattia e su come trattarla: è una patologia autoimmunitaria che genera intolleranza al glutine contenuto nei chicchi di molti cereali e formato da glutenina e gliadina. 
 
Quest’ultima è la componente tossica, presente in frumento, segale, orzo, avena e triticale, ma non in riso e mais.
 
Un celiaco non può mangiare tutto ciò che contiene gliadina (pane, pasta, pizza, biscotti) perché il suo organismo è incapace di digerirlo e assorbirlo e si scatenerebbe inevitabilmente una reazione immunitaria importante a livello intestinale, oltre al danno di una malnutrizione data l’impossibilità di assorbimento degli alimenti.
 
La celiachia è una malattia genetica, ma ci sono anche fattori esterni che possono scatenare lo sviluppo dell’allergia, come ad esempio una gravidanza, un’infezione virale o anche un forte stress.
 
Anche lo stile alimentare e la quantità di glutine presente nella propria dieta può influire sulla comparsa della celiachia.
 
L’intolleranza al glutine è un problema sempre più diffuso: oggi in Italia la celiachia colpisce una persona su 100, mentre le nuove diagnosi si aggirano intorno alle 85mila all’anno. 
 
Tra i diversi sintomi vi possono essere: nei bambini, un arresto della crescita durante lo svezzamento, in tutti, dissenteria, vomito, gonfiore addominale, senso di debolezza o spossatezza, perdita di peso, anemia e turbe dell’umore. 
 
Un test che semplifichi la diagnosi per i pazienti è probabile possa migliorare significativamente l’individuazione della malattia. Questo nuovo approccio diagnostico è incoraggiante.
 
La speranza è che studi più grandi possano convalidare questi risultati e stabilire il suo ruolo nella diagnosi della malattia celiaca, con la possibilità di evitare del tutto le biopsie intestinali.
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.




Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Marzo 2020 Prossimo mese
L M M G V S D
week 9 1
week 10 2 3 4 5 6 7 8
week 11 9 10 11 12 13 14 15
week 12 16 17 18 19 20 21 22
week 13 23 24 25 26 27 28 29
week 14 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

mattia_gennaro.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information