I dolcificanti non aiutano a dimagrire e possono causare il diabete
Benessere - Articoli
Scritto da Maria Ida Longo  
Venerdì 19 Settembre 2014 12:00
DiabeteDa una recentissima ricerca è emerso che i dolcificanti che usiamo al posto dello zucchero per non ingrassare o per lottare il diabete , quali pastiglie, bustine a ridotto o nullo contenuto calorico, in realtà creerebbero proprio l'effetto opposto.

I pareri sono sempre stati contrastanti, ma questa nuova scoperta potrebbe essere finalmente rivoluzionaria nel campo dell'obesità e del diabete. Saccarina, sucralosio e aspartame, ovvero i dolcificanti più comuni in commercio modificano il metabolismo e provocano un alta concentrazione di glucosio nelle urine.
Dolcificanti
L'esperimento è stato effettuato da un gruppo di ricercatori del Weizmann Institute in Israele su alcuni topolini, i quali sono stati divisi in due gruppi, al primo gruppo è stato dato da bere acqua con i più comuni dolcificanti ipocalorici in commercio , mentre al secondo gruppo semplicissima acqua e zucchero.

Dopo poco tempo i ricercatori hanno osservato, che i topi del primo gruppo avevano la flora batterica intestinale altamente modificata, per l'esattezza, il tipo di microbi presenti nell'intestino riuscivano a modificare il metabolismo a tal punto da dare intolleranza al glucosio, la controprova è stata fatta con un analisi delle urine, che hanno mostrato un altissima concentrazione di questo elemento.

In seguito, questo esperimento è stato fatto su due gruppi di persone, dando lo stesso risultato della ricerca sui topolini. Un secondo esperimento fatto per sette giorni su un gruppo di volontari, ha dimostrato che già in così poco tempo, i soggetti mostravano un alterazione della flora batterica intestinale e un alta concentrazione di glucosio nelle urine.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information