Le sette regole che aiutano ad evitare il cancro
Benessere - Articoli
Scritto da Tatta Bis  
Martedì 23 Settembre 2014 15:41
Camminata logoDi recente si è tenuto a Torino il primo Festival della prevenzione e innovazione oncologica medica,  “Cancro? No, grazie“, in cui gli oncologi italiani hanno illustrato le linee guida che ci aiutano ad allontanare il rischio di insorgenza del cancro: sono le cattive abitudini a moltiplicare i rischi di sviluppare un tumore.

Una iniziativa di informazione diffusa nelle piazze che parte a Torino, è stata organizzata dall’Aiom, l’Associazione italiana di oncologia medica, dalla Fondazione Insieme contro il Cancro, Healthy Foundation e a cui ha aderito anche la rete oncologica del Piemonte.

Fumo


Secondo gli esperti, che hanno partecipato all'iniziativa, sono da evitare, per mantenersi in buona salute il più a lungo possibile, il fumo, alcol, obesità, sedentarietà, cibo spazzatura, sesso non protetto, doping.

Seguire le sette regole, come piegano gli oncologi italiani, riduce del 40% il rischio di tumore alla prostata, del 50% quello del tumore al seno e tiene alla larga anche il tumore alle vie gastriche e al fegato.

Tutto deve essere abbinato naturalmente a un’adeguata prevenzione con visite periodiche dal medico.

A parere degli specialisti, rinunciare a vizi come il mangiare cibi troppo grassi, evitare alcol e fare attività fisica, non riduce solo le probabilità di incadere nel cancro, ma anche di evitare possibili recidive nei pazienti che sono già stati colpiti dalla patologia.

Per alcuni tumori (prostata, colon-retto, mammella ed endometrio) la probabilità di far calare il rischio di recidive se si assumono corretti stili di vita supera il 40% come spiega il direttore della rete oncologica piemontese, Oscar Bertetto.

Bertetto stima che la prevenzione precoce consente anche grandi risparmi per il sistema sanitario: un tumore al colon retto diagnostico in fase avanzata può comportare spese di dieci volte superiore a quanto si spende se il cancro è diagnostico in uno stadio iniziale.

Fra i progetti varati dal Piemonte anche Stili di vita, con la distribuzione, in occasione dello screening,  di opuscoli ricchi di consigli sui benefici di una corretta alimentazione e di un'attività fisica costante.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information