Bere troppo latte danneggia le ossa
Benessere - Articoli
Scritto da Letizia Perugia  
Mercoledì 29 Ottobre 2014 14:54
lattePer anni gli esperti erano convinti che bere molto latte vaccino riducesse il rischio di fratture ossee, ma era falso: uno studio condotto in Svezia e pubblicato sul "British Medical Journal" ha portato alla luce come le donne prese in esame, che consumavano più di tre bicchieri di latte al giorno incorressero in fratture ossee con maggiore frequenza di coloro che ne bevevano poco.

Lo studio ha anche dimostrato che sul lungo periodo la mortalità è risultata superiore rispetto a chi ne consumava meno, ma i ricercatori avvertono che lo studio ha solo evidenziato un trend e non dimostra che un elevato consumo di latte esponga a un maggiore rischio fratture (vanno considerati altri fattori, come il consumo di alcol e il peso).

Latte


Per anni il latte è stata consigliato come una buona fonte di calcio, ma gli studi sugli effetti sulla struttura e la solidità delle ossa hanno avuto risultati ben diversi.

Un team di scienziati svedesi ha esaminato le abitudini alimentari di 61.400 uomini nel periodo 1987-1990 e di 45.300 donne nel 1997, in seguito ha monitorato la loro salute per anni.

I partecipanti allo studio hanno dovuto riempire questionari sulla frequenza del consumo come latte, yogurt e formaggio in un periodo di un anno.

I ricercatori hanno poi monitorato quanti di loro hanno sviluppato fratture e quanti sono morti. Nel periodo di follow up di 20 anni sul gruppo di donne, quelle che bevevano più di tre bicchieri, 680ml, di latte al giorno hanno subito più fratture di quelle che ne consumavano meno.

La spiegazione potrebbe essere negli elevati livelli di lattosio e di galattosio (due tipologie di zuccheri) presenti nel latte che, come verificato in alcune sperimentazioni sugli animali, aumentano lo stress ossidativo e l'infiammazione cronica delle ossa.

I derivati lattiero-caseari invece sono stati promossi nell'attività di riduzione del rischio di fratture conseguenza dell'osteoporosi.

Già in passato alcuni studiosi avevano rilevato che l'apporto di calcio fornito dal latte è controbilanciato dall'aumentato consumo di calcio richiesto per lo smaltimento delle proteine animali acide che contiene.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information