Il divorzio causa danni alla salute
Benessere - Articoli
Scritto da Letizia Perugia  
Lunedì 05 Gennaio 2015 16:04
Coppia Litigio LogoIl divorzio provoca danni alla nostra salute, insonnia, pressione alta e depressione: a scoprirlo è stato uno studio americano condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università dell'Arizona e pubblicato sulla rivista "Health Psychology".
 
I risultati della ricerca rivelano che il divorzio è dannoso per la salute e può generare picchi di pressione alta e depressione (chi ne soffre è più traumatizzato) che possono aumentare il rischio di una morte prematura.
 
Divorzio

Dietro la maggiorparte dei disturbi provocati dalla rottura con il coniuge (spesso provocata da incomprensioni sessuali), secondo gli studiosi c'è la mancanza di sonno: se nei primi mesi dopo la separazione, le difficoltà ad addormentarsi fanno parte dello stato naturale delle cose, alla lunga i disturbi possono mutare e possono provocare depressione.
 
I ricercatori americani hanno valutato la condizione di 138 persone separate o divorziate dai loro partner nelle 16 settimane precedenti all’inizio dell’esperimento e per circa sette mesi e mezzo, sono state monitorate le loro maggiori o minori difficoltà nell'addormentarsi.
 
Dai dati è emerso inoltre che più persistevano i problemi di sonno dopo la separazione (per dieci settimane o più) e più c'era era la probabilità che questi problemi avessero un effetto negativo sulla pressione sanguigna, con ciascuna segnalazione di difficoltà a riposare collegata in particolare a un aumento di circa sei punti del valore della pressione sistolica.
 
Diversi studi, come spiega la studiosa Maristella Bergaglio dell'Università degli studi di Milano, hanno evidenziato come una situazione di stress violento e prolungato possa influenzare sia il sistema immunitario sia il sistema cardiocircolatorio e portare a numerosi scompensi fisici.
 
Questi possono favorire la formazione di sintomi organici.
 
Secondo lo psicologo Jurg Willy, la forte tensione psichica comporta conseguenze fisiche e produce un perturbamento delle funzioni vegetative ed endocrine che può provocare vere e proprie lesioni organiche. 
 
Il malessere e la malattia, a livello psicosomatico, possono rappresentare l'espressione simbolica del conflitto conseguente alla perdita dell’attaccamento affettivo all’ex partner e al persistere di una dipendenza psicologica dal precedente rapporto. 
 
Le reazioni psicosomatiche esprimono inoltre il disagio emotivo generato da desideri di vendetta e ricordi ossessionanti, da nostalgia o da fantasie di riconciliazione inevitabilmente frustrate. 
 
Il corpo diviene il mezzo attraverso cui scaricare il dolore del fallimento e la tensione emotiva della ricostruzione della propria identità separata da quella dell’ex partner. 
 
Tra i rimedi consigliati per incorrere il meno possibile in questi problemi il ricorso, in caso di bisogno, a qualche seduta di terapia cognitivo-comportamentale e la revisione della routine giornaliera in modo da favorire il relax serale e il sonno.

 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information