Avere uno scopo nella vita fa aumentare la longevità e protegge il cuore
Benessere - Articoli
Scritto da Tatta Bis  
Martedì 10 Marzo 2015 17:17
Cuore UmanoUno studio effettuato presso il Mount Sinai Health System di New York,  partendo della revisione di dieci studi comprendenti i dati relativi a oltre 137.000 persone, ha rilevato che avere uno scopo nella vita può essere associato ad una riduzione della mortalità per tutte le cause pari al 23%, e ad una diminuzione del 19% del rischio di infarto, ictus ed eventi cardiaci.
 
Il dottor Randy Cohen, cardiologo presso il Mount Sinai Health System, ha evidenziato come  lo studio dimostri che vi è una forte connessione tra il prefiggersi uno scopo nella vita e la diminuzione della mortalità e di eventi cardiaci.
 
anziani spiaggia sport

Il prendersi cura della nostra salute, secondo sempre il dott. Cohen, contempla la necessità di porsi la fatidica domanda di "qual è lo scopo della mia vita?". 
 
In caso di mancata risposta, è necessario lavorare verso l'importante obiettivo di dare un senso concreto all’esistenza, così da beneficiare di un miglioramento della salute generale.
 
Grazie all’obiettivo che ci si prefissa e che si rincorre, sarebbe possibile sviluppare una maggiore resistenza fisica all’invecchiamento del proprio corpo nonché una maggiore capacità di difendersi dagli attacchi esterni. 
 
Tutto questo porterebbe di conseguenza al rafforzamento del senso della vita e, potenzialmente, a percentuali maggiori di longevità. 
 
In pratica la condizione psicologica influirebbe in modo benefico su quella fisica, arrecando tutta una serie di vantaggi alla salute.
Secondo gli scienziati, avere uno scopo nella vita come un forte senso di significato e direzione porta ad un certo benessere fisico e psicologico.
 
Il cardiologo Randy Cohen, principale autore della ricerca, sostiene, infatti, che c’è una forte relazione tra l’avere uno scopo esistenziale e la protezione da eventi mortali e cardiovascolari.
 
Il consiglio è quindi porsi l’importante obiettivo di fissarsi uno scopo per il proprio benessere complessivo. Recedenti studi avevano già evidenziato la correlazione tra l'avere uno scopo esistenziale e uno status di benessere psicologico, ma ora gli esperti del Mount Sinai hanno rilevato come i benefici siano anche fisici.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information