DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Concepimento Articoli Scoperto il gene della fertilità
Scoperto il gene della fertilità
Concepimento - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Lunedì 17 Giugno 2013 14:33    Stampa E-mail
family logoTrovato un gene che potrebbe rivoluzionare le cure contro l'infertilità femminile. La sorprendente scoperta è stata fatta, durante una ricerca effettuata da un gruppo di studiosi nipponici, che hanno studiato il corredo genetico di alcune cavie da laboratorio. 
 
All’università Suita di Osaka, il team di scienziati ha scoperto che la mancanza di specifici tipi di geni del cosiddetto piccolo Rna bloccava l'ovulazione nei topi. Hanno quindi capito di aver fatto un importante passo avanti per sviluppare nuove terapie per l'infertilità umana.
 
Spermatozoi

Tutto è cominciato quando i medici hanno analizzarto il ruolo del microRna nella riproduzione con sorprendenti risultati: durante gli esperimenti di accoppiamento fra topi, bastava "spegnere" alcuni geni del corredo di microRna (su tutti quello miR-220b e il miR-429) per avere molti e rilevanti effetti sulla fertilità maschile. 
 
I medici sono arrivati alla conclusione che grazie al congelamento di questi geni, soltanto nel 9% dei casi nei quali le femmine si accoppiavano coi maschi, si verificavano una gravidanza.
 
Nei topi femmina, alle quali erano stati disattivati questi geni, si registrava una fortissima diminuzione dell'ormone luteinizzante, che innesca l'ovulazione. Incentivare il processo opposto, aumentava sia il livello di fertilità nelle femmine sia il numero di gravidanze.
 
Questa ricerca potrebbe portare a sviluppare nuove terapie per l’infertilità umana.  

Le cause d'infertilità femminile possono essere numerose. Si possono suddividere in problemi a livello cervicale, uterino, tubarico e ovarico. 
 
Le cause cervico-vaginali: Anticorpi antisperma, infezioni (chlamydia, gonococco), stenosi, sinechie, alterazioni funzionali della cervice, alterazioni del pH vaginale, vaginismo, dispareunia, setti vaginali.
 
Le cause uterine sono: malformazioni dell'utero, polipi uterini, fibromi, sinechie, processi infiammatori, atrofia endometriale.

Cause tubariche: obliterazione totale o parziale del lume, infiammazioni (salpingite), endometriosi tubarica, pregressa sterilizzazione.
 
Cause ovariche ed ormonali: sindrome dell'ovaio policistico, endometriosi ovarica, problemi genetici (sindr. Di Turner, disgenesia gonadica), mancata ovulazione da cause ipotalamiche, stress, anoressia, amenorrea psicogena, iperprolattinemia, insufficienza del corpo luteo.
 Secondo un ulteriore studio, sempre giapponese, esiste una proteina della fecondazione: Izumo. Ribattezzata così in onore al santuario giapponese dedicato al matrimonio, grazie alla quale lo spermatozoo riesce a penetrare nell'ovulo. 
 
Lo studio che ha portato a isolare la proteina è stato effettuato da ricercatori giapponesi, i cui risultati sono stati pubblicati su "Nature". Le osservazioni sono state effettuate nei topi, nei quali Izumo sembra sporgere dalla testa dello spermatozoo, aiutando la sua fusione con l'ovulo. 
 
La proteina è presente anche negli spermatozoi umani dove sembrerebbe funzionare allo stesso modo. Lo sperma deve attraversare una serie di barriere prima di arrivare all'uovo e fertilizzarlo. 
 
Si comincia con le cellule follicolari che circondano l'uovo, poi si tratta di penetrare la parete esterna dell'uovo, la cosiddetta zona pellucida, un sottile strato che protegge l'uovo, in modo da potersi legare alla membrana plasmatica. 
 
Nello studio giapponese topi maschi sono stati geneticamente modificati affinché mancasse la proteina Izumo e si sono rivelati sterili. Se il liquido seminale del topo era in grado di penetrare entrambe le barriere attorno all'uovo, non altrettanto si può dire per quello privo di Izumo, che in nessun caso ha fertilizzato l'uovo. 
 
La proteina può essere il fattore chiave per il successo della fecondazione. Era già stata trovata la proteina che stimola l'apertura della membrana intorno all'ovulo, ma la sua controparte nello spermatozoo rimaneva misteriosa. 
 
La scoperta di Izumo è avvenuta esaminando i possibili bersagli di un anticorpo noto per la sua capacità di bloccare la fecondazione. Poi è stato identificato il gene che regola la produzione della proteina Izumo ed è emerso che un gene equivalente è presente anche negli esseri umani. 
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.




Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Giugno 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 644 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information