DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli AIPA promuove la petizione per garantire a tutte le donne l'analgesia epidurale
AIPA promuove la petizione per garantire a tutte le donne l'analgesia epidurale
Gravidanza - Articoli
Scritto da Giulia Gori     Venerdì 01 Ottobre 2010 08:00    PDF Stampa E-mail
epiduraleSull'anestesia epidurale ci sono da sempre fautori e persone che pensano sia superfluo farla nel caso di un parto naturale senza particolari complicazioni. Noi siamo dell'idea che rimanere sopra le parti sia la cosa migliore da fare, lasciando la scelta alla donna che nello specifico possa decidere in tutta serenità se farla o meno.

Per far si che questo avvenga deve essere data sempre e a tutte le donne la possibilità di avere un travaglio e un parto con l'analgesia epidurale, cosa che spesso non avviene per svariati motivi e per i più disparati problemi ideologici di chi è al momento in sala parto. Ad occuparsi di una petizione che porti la sicurezza di poter scegliere la Partoanalgesia è l'AIPA. Di seguito la lettera scritta all'On. Ferruccio Fazio, Ministro della Salute e il link per firmare la petizione online.

Petizione per l'anestesia epidurale in tutti gli ospedali
Ecco la lettera scritta da Paola Banovaz, presidente AIPA:

"On.le Ministro Ferruccio Fazio,
i fatti di cronaca di queste settimane obbligano tutti noi a una riflessione. Messina, Policoro, Piove di Sacco, Reggio Emilia, apparentemente un bollettino di guerra, tragedie quasi inaspettate che preoccupano e suscitano giustamente lo sdegno dell'opinione pubblica.
Come siano andati i fatti sarà la Magistratura a stabilirlo, ma per sapere come si partorisce in Italia basterebbe uno sguardo più attento e sensibile.

L'Italia detiene il record di tagli cesarei pur vantando un tasso di mortalità materna tra i più bassi al mondo. Ma nel nostro paese non viene ancora riconosciuto alle donne il diritto ad accedere a cure antalgiche efficaci e sicure e in particolar modo all'analgesia epidurale.

L'Istituto Superiore di Sanità nelle nuove linee guida sul taglio cesareo "solo quando serve" rivolto alle puerpere, non nomina mai questa tecnica analgesica, nemmeno nei casi in cui la richiesta sia sostenuta dalla paura del travaglio e del parto, ammettendo dunque che parte dei tanti cesarei siano conseguenti alla comprensibile paura della donna per il dolore del parto.

La tecnica peridurale in travaglio di parto esiste da decenni, utilizzata in diversi paesi, alcuni con percentuali che sfiorano il 70-90%. In Italia l'epidurale è un diritto negato nell'84% delle strutture pubbliche e convenzionate.

Onorevole Ministro partorire è quasi sempre doloroso, estremamente doloroso. La durata di un travaglio e di un parto sono variabili da donna a donna, da pochi minuti a decine di ore. Le contrazioni a volte non concedono tregua, non permettono di riposare, arrivano e squassano il corpo, a volte persino la mente. Certo è il dolore che precede la nascita di un figlio e spesso per questo più sopportabile, ma non può essere questa la motivazione che impedisce ancora, nel 2010, alle donne di partorire senza dolore.

L'epidurale necessita di fondi perché per garantire questo servizio è necessario un anestesista dedicato alla sala parto. Ma garantire un diritto inviolabile, quello di non soffrire, a tutte le donne che ne faranno richiesta può aiutare a ridurre il numero di cesarei. Inoltre la presenza di un medico anestesista assicura maggiore sicurezza per la donna e il bambino che nasce, affrontando meglio molte emergenze ostetriche.

Ricordiamo inoltre che più del 45% dei nostri centri nascita non ha una guardia pediatrica attiva 24 ore su 24, mettendo così a rischio la vita di tutti quei neonati che necessitano cure urgenti.

La nostra associazione si batte perché si garantiscano maggiori standard assistenziali in tutte le maternità italiane, tra cui il riconoscimento alla dignità del dolore nel parto.
È a tale scopo che sono nate petizioni popolari come quella del comitato pro partoanalgesia di Monfalcone e Velletri.

L'AIPA promuove la petizione on-line "analgesia epidurale gratuita e garantita" e d'accordo con il comitato di Monfalcone e di Velletri intende riunire le oltre 7000 firme raccolte per chiedere con più forza il riconoscimento di tale diritto.

A Vasto il 2 ottobre verrà presentato il neonato Comitato Cittadino Vastese per il Parto Indolore, iniziativa portata avanti in una regione come l'Abruzzo, dove l'epidurale gratuita e garantita non è presente in nessuna struttura pubblica.

L'ex Ministro della Salute Livia Turco nell'aprile 2008 inseriva l'epidurale nei LEA. Eppure a distanza di due anni, l'onorevole Carla Castellani intervenendo in Parlamento in relazione a recenti casi di malasanità, chiede di diffondere in maniera più capillare di quanto non avvenga oggi la tecnica dell'analgesia epidurale per il parto, rendendo così tutte le donne più libere di scegliere in maniera consapevole la possibilità di accedere ad un parto fisiologico.

Ci auguriamo che i tristi fatti di cronaca di questi giorni siano dunque l'inizio di una riflessione seria sulla sicurezza delle nostre sale parto e sulla dignità di noi mamme e dei nostri bambini; una ferita che si riapre ogni qualvolta vengano negati l'accesso a cure antalgiche efficaci e sicure e standard assistenziali adeguati".

Approfondimenti: Link Per firmare la Petizione online; sito web AIPA
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.




Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Giugno 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information