DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli Lo chiamano Feto
Lo chiamano Feto
Gravidanza - Articoli
Scritto da Cristina Fiore     Lunedì 30 Novembre 2009 00:00    PDF Stampa E-mail
Bimbo prenataleLo chiamano blastocisti, morula, embrione, feto. E anche in un sacco di altri modi, legati al suo sviluppo e alla sua età. Per la mamma è un bambino, il suo bambino. I genitori concepiscono prima il figlio nei loro pensieri, lo immaginano, lo progettano in qualche modo lo chiamano a diventare parte di quella famiglia.

E il bimbo immaginario si pone come precursore del cammino del figlio reale, a volte agevolandone l’arrivo, altre ostacolandolo proprio per lo spasmodico desiderio che porta in sé di divenire vivo e reale. La natura predispone il bimbo e la sua mamma ad entrare in relazione fornendo loro un progetto di comunicazione che si basa sull’ascolto e sulla risposta, prima il dialogo si traduce in una serie di messaggi ormonali che vengono scambiati già dalle prime ore dopo il concepimento.

È il piccolo che chiama per essere aiutato e lei, quella mamma profonda, psicobiologica per utilizzare un termine di Gabriella Ferrari , risponde anche quando la madre reale non sa neppure di essere incinta. E così corrono serie interminabili di messaggi chimici che traducono il bisogno di essere accudito, accolto, nutrito del bimbo prenatale e le risposte sempre positive della donna. Accompagnare i genitori alla conoscenza del nascituro durante i nove mesi della gestazione è uno dei compiti dell’educazione prenatale. Fare in modo che il bimbo ‘virtuale’ sognato, voluto, pensato diventi il figlio che realmente sta crescendo nel grembo, quella creatura che ha diritto di essere ascoltato ed amato, così come lo avrà una volta venuto alla luce.

Quale modo migliore per venire in contatto con lui che quello di giocare? E lui aspetta, aspetta la sua mamma e non vede l’ora di farle vedere che è capace a fare tante cose. Riconosce la sua voce ormai, da molto tempo, e la distingue rispetto a quella di altre donne; sa qual è la voce del babbo e gli piace sentirla. Si è riscontrato che le frequenze più gravi vibrano nella parte bassa del corpo e soprattutto a livello osseo e muscolare, così come le frequenze acute vibrano nella parte altra e a livello nervoso.

Potremmo dire, quindi, che la voce maschile contribuisce a un consolidamento della struttura corporea del bambino, offrendo così forza e stabilità al fisico in crescita. Gli piace la musica di Mozart e di altri compositori barocchi, queste stimolano il rilascio di endorfine e riducono il livello degli ormoni dello stress nel sangue dando beneficio sia alla madre che al bambino. Inoltre questa musica lo aiuta anche nella sua crescita fisica, incrementando le competenze spazio-temporali nel corso della vita . Ma il piccino vuole dire alla sua mamma che ama ascoltare una filastrocca o una favolina, e che quando verrà alla luce e le sentirà ripetere lo tranquillizzeranno molto proprio perché le ricorderà. Quando il piccolo è sveglio chiama la sua mamma con un calcetto o premendo il suo piccolo pugno all’interno del grembo, e lei può rispondere premendo con la sua mano (un colpetto) proprio dove sente spingere. Sarà il loro segnale. Dopo un po’ di tempo in cui la donna impara a rispondere al suo bimbo, dando un colpetto al ventre riceverà con un calcetto, due colpetti due calci. È il cucciolo che risponde…

In condizioni di rilassamento la donna cullerà la creatura che porta in grembo, le canterà la ninna nanna, imparerà a riconoscere le sue esigenze (se ama o meno stare in un luogo, la voce di alcune persone, alcuni suoni, ecc) e si metterà in condizioni di avere una buona relazione con il figlio nel momento dell’incontro dopo il parto. Anche l’ambiente in cui vive la gravida è influente sul benessere del nascituro, Andrée Bertin propone alle madri in gravidanza di vestire e tappezzare le pareti di casa con colori chiari, vivi e luminosi perché questi colori hanno effetto benefico sulla crescita delle cellule e sugli organi del nascituro. Mariah Diamond (UCLA) ha dimostrato che topi femmine gravide alloggiate in un ambiente più vario e ricco producevano una prole dotata di cervelli di maggiori dimensioni. In Asia, da secoli, fa notare la scienziata, si stimola la gravida ad arricchire il feto con comportamenti positivi e di evitare atteggiamenti rabbiosi. Le cellule cerebrali sembrano apparentemente crescere quando vengono stimolate. Una variazione dell’ambiente sperimentale può alterare la dimensione delle cellule nervose preesistenti nella corteccia cerebrale. Altrettanta attenzione si deve porre al possibile effetto nocivo dato dall’eccessiva stimolazione. È essenziale non forzare una continua corrente di informazioni nel cervello, ci vogliono periodi di consolidamento e di assimilazione. Il bimbo va innanzi tutto rispettato nei suoi modi e nei suoi tempi. Concludo con la frase ‘vessillo’ dell’ANEP Italia: Se RISPETTO DEL BAMBINO significa che egli ha il diritto di essere

- Ascoltato
- Capito
- Accettato
- Amato così come è ricevendo adeguati feedback ai suoi messaggi, sostegno e apprezzamento positivo nelle sue iniziative…

allora anche il BAMBINO PRENATALE ha il diritto di essere
- Ascoltato
- Capito
- Accettato
- Amato così come è ricevendo adeguati feedback ai suoi messaggi, sostegno e apprezzamento positivo nelle sue iniziative.


Cristina Fiore
Formatore, Prenatal Tutor
Centro Studi ‘ Bene Con Sé, Bene Insieme’
Corso Angelo Gianelli 38/2
16043 Chiavari (GE)

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

MaD App


Glam Life Logo
Siamo su Glam Life

App gratuita - sezione Mamma
Glam Life per iPhone e iPad
Glam Life per Android
Glam Life per Windows 8

Registrazione


Approfondimenti

MAD ti fa un regalo! Per il tuo bimbo un cofanetto omaggio direttamente a casa
 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
 
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
 
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
 
Shopping MAD
SHOP MADAbbigliamento e gadget per tutti

MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Settembre 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 35 1 2 3
week 36 4 5 6 7 8 9 10
week 37 11 12 13 14 15 16 17
week 38 18 19 20 21 22 23 24
week 39 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratui 2016 dedicato alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 
Banner
Banner
photolibri

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 688 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information