DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli Parti cesarei: in Italia il 43% sono ingiustificati e inutili
Parti cesarei: in Italia il 43% sono ingiustificati e inutili
Gravidanza - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Lunedì 21 Gennaio 2013 12:04    PDF Stampa E-mail
PartoIn Italia vengono effettuati troppi parti cesarei, molti dei quali sarebbero ingiustificati. Da un controllo a campione su 1.117 cartelle cliniche, distribuite in 78 strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate, risulta che il 43% dei parti cesarei in Italia, è ingiustificato.

Nel 2010 i cesarei hanno rappresentato il 29,31% sul totale dei parti. Questa indagine è stata attivata dal Ministero della Salute in seguito a una segnalazione dell'agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali sulle informazioni contenute nelle schede di dimissione ospedaliera con procedura di parto cesareo.

CESAREO
In particolare per quanto riguarda le diagnosi di "posizione e presentazione anomala del feto". Tale condizione, che è fortemente associata al taglio cesareo, ha una frequenza nazionale dell'8% circa, ma risultava in alcune strutture molto rappresentata, raggiungendo valori superiori al 20% e in alcuni casi addirittura superiori al 50%.

La diagnosi viene inserita nella scheda di dimissione ospedaliera ( lo strumento di raccolta delle informazioni relative a ogni paziente dimesso dagli ospedali che viene trasmessa a Regioni e ministero della Salute) e questa giustifica l'intervento perché così vogliono le linee guida.
Il problema è che a confrontare le schede di dimissioni ospedaliere con le cartelle cliniche, spesso, si trovano incongruenze. Non è detto che quel che è scritto sulla Sdo corrisponda appieno alla realtà. Potrebbe trattarsi di un semplice trucchetto per giustificare il cesareo.

Il ministro della Salute, Renato Balduzzi ha dichiarato che se questi dati provvisori fossero confermati al termine dell'indagine, si potrebbe dire che il Servizio sanitario nazionale sprecherebbe 80/85 milioni di euro l'anno per degli interventi non giustificati.

I risultati dell'indagine potrebbero mettere a rischio quegli ospedali dove i parti cesarei sono avvenuti senza una giusta motivazione. Si tratta di interventi che possono incidere negativamente sulla salute della donna ed in merito ai quali è necessario agire in modo da riportare la situazione alla normalità, secondo quanto dichiarato da parte del ministro Renato Balduzzi.

Nelle cartelle cliniche esaminate era assente la documentazione necessaria a giustificare il parto cesareo. Il ministro teme che ciò sia dovuto ad una situazione di opportunismo: gli ospedali percepiscono per ogni parto cesareo un rimborso di 1139 euro, che va ad aggiungersi a quanto già previsto per il parto naturale, il cui rimborso è pari a 1318,64 euro.

Le cartelle cliniche risultate irregolari verranno inviate all'autorità giudiziaria. La media italiana rispetto ai parti cesarei si trova ben al di sopra della media europea.

I casi sono distribuiti in maniera piuttosto omogenea tra le regioni italiane e riguardano, tra l'altro, Lombardia, Marche, Lazio, Puglia e Sicilia.

 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Gennaio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 1 1 2 3 4 5 6
week 2 7 8 9 10 11 12 13
week 3 14 15 16 17 18 19 20
week 4 21 22 23 24 25 26 27
week 5 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

La Ragnatela News

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 958 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information