DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli A Salerno, donna partorisce in piedi
A Salerno, donna partorisce in piedi
Gravidanza - Articoli
Scritto da Letizia Perugia     Mercoledì 09 Ottobre 2013 13:15    PDF Stampa E-mail
Parto logoUna donna di 41 anni, partorisce in piedi,  al San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno: ha dato alla luce un bambino col parto attivo, una tecnica naturale importata dal Nord Europa e dal Nord America che è un'alternativa alla classica posizione supina.
 
Questa posizione permette alla donna di ridurre il dolore durante il travaglio, il parto in piedi è molto meno frequente rispetto ai quelli tradizionali e in acqua, i vantaggi sono innumerevoli e le mamme si sentono psicologicamente più forti.
 
Partorire In Piedi
Janet Balaskas ha coniato questa espressione negli anni '70 (Active Birth), dove per parto attivo si intende il parto in cui la donna ha la libertà di muoversi, di scegliere le posizioni preferite sia in travaglio che nella fase espulsiva. 

Nel parto attivo le energie della donna sono le protagoniste del parto, la parola rivoluzionaria è "empowerment": la donna prende il potere sul parto, è artefice e responsabile delle scelte che la riguardano e non una paziente né succube della situazione.

Uno dei vantaggi di questa tecnica è la fuoriuscita più naturale del feto, favorita dalla forza di gravità, i liquidi dall’utero defluiscono senza ostacoli riducendo il rischio di infezione. 
 
Si presenta come un parto meno doloroso perchè il peso stesso aiuta a dilatare più velocemente la cervice, il peso del corpo della donna non grava sul canale vaginale, come avviene invece nella classica posizione supina.
 
Durante il travaglio le contrazioni sono più incisive perché i muscoli dell’utero sono ben tesi. Tra i rischi ridotti per la partoriente va sottolineato che, poiché la testa del nascituro, al contrario di quanto succede da sdraiata, non preme sul perineo, è notevolmente ridotto il rischio di compressione aorto-cavale e di lacerazione dei tessuti molli che si trovano tra il retto e la vagina. 
 
Proprio per queste si intuisceche che nel parto attivo, è ridotto il ricorso all’epidurale e/o all’anestesia analgesica. La donna salernitana ha dato alla luce un bimbo del peso di 3,475 chilogrammi ed è stata assistita dal dottor Raffaele Petta e dalle ostetriche, Giovanna La Rocca, Antonella Aulicino, Rosa Ferrara.
 
La neo mamma ha dichiarato che è stata una sorpresa inaspettata in un Sud con una sanità spesso in difficoltà, un parto naturale, un parto attivo durante il quale ha potuto trovare io le posizioni antalgiche più opportune. 
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information