DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli Gravidanza: farmaci antipsicotici pericolosi per il bebè
Gravidanza: farmaci antipsicotici pericolosi per il bebè
Gravidanza - Articoli
Scritto da Maria Rea     Martedì 03 Giugno 2014 13:30    PDF Stampa E-mail
donna saluteGli antipsicotici assunti dalle donne incinte sono pericolosi per la salute dei bambini. Lo conferma uno studio osservazionale realizzato da ricercatori della Monash Centre Alfred Psychiatry Research ( MAPrc ) e della Monash University (Australia) e pubblicato sulla rivista Plos One.

Il lavoro ha preso il via nel 2005, alla nascita del Registro Nazionale sui farmaci antipsicotici in gravidanza ( NRAMP ), unico al mondo, proprio perché al tempo era emersa una quasi totale assenza di dati in materia. Così per 7 anni donne incinte che assumevano antipsicotici sono state reclutate in Australia attraverso reti cliniche in ogni stato e territorio: 147 in tutto, intervistate ogni sei settimane durante la gestazione e poi seguite fino al compimento del primo anno del bimbo.

pancione bianco e nero
L'analisi ha riguardato sia l'utilizzo di dosi massicce di antipsicotici che l’uso di stabilizzatori dell’umore. La maggior parte dei bambini sono nati sani, ma hanno avuto (nel 43% dei casi-percentuale altissima) necessità di cure post natali nelle Unità di Terapia Intensiva Neonatale o comunque in Special Care Nursery.

Non solo: il 18% sono nati prematuramente, il 37% ha mostrato segni di stress respiratorio e 15% i sintomi di astinenza. Già un paio di anni fa anche la FDA e l’EMA avevano riconosciuto gli stessi pericoli, dando indicazioni affinché queste problematiche fossero inserite nei foglietti illustrativi dei medicinali, seppur in assenza di dati certi, ovvero in forma precauzionale.

Ancora una conferma quindi, che potrà essere d’ausilio nelle scelte terapeutiche. I farmaci antipsicotici sono attualmente utilizzati per il trattamento di una vasta gamma di disturbi psichiatrici, tra cui ansia e depressione (anche pre partuo, più frequente di quella post-partum), ma soprattutto la schizofrenia, la depressione maggiore e disturbo bipolare: non curare queste tre patologie gravi in caso di gravidanza risulta essere molto pericoloso sia per la mamma che per il feto e bambino dopo la nascita.

 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

mattia_gennaro.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information