DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli Gravidanza: quando i rischi arrivano dal papà...
Gravidanza: quando i rischi arrivano dal papà...
Gravidanza - Articoli
Scritto da Mary     Giovedì 11 Settembre 2014 12:34    PDF Stampa E-mail
family logoGravidanza a rischio. Un bimbo lo si concepisce sempre in due e dunque non è detto che eventuali problemi durante la gestazione siano causati sempre dalla mamma. Spesso, ci sono dei casi in cui i rischi arrivano proprio dal papà. 

A lanciare l'allarme è stato uno studio dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù condotto online attraverso un questionario rivolto a oltre mille futuri papà, che conferma come tuttavia resti alta la frequenza tra gli uomini italiani in procinto di diventare padri di alcuni importanti fattori di rischio. Vediamo quali sono.

papa pancione
Tanto per cominciare, l'obesità.  L’eccessivo sovrappeso del padre prima del concepimento, informano dall’ospedale, costituisce un fattore di rischio per l'alterazione del Dna fetale coinvolto nella regolazione delle prime fasi della crescita embrionale. Eppure il 45% dei futuri padri coinvolti nell'indagine confessa di essere in sovrappeso o obeso.

Poi, il fumo, a cui è correlato il pericolo di malformazioni cardiache congenite. Il 34% dei papà intervistati dichiara di fumare; come se non si sapesse, i figli di padri che fumano prima del concepimento corrono un rischio di sviluppare la leucemia linfoblastica acuta infantile superiore del 25 % rispetto ai figli dei papà che non fumano. La percentuale sale al 44% se il numero delle sigarette fumate supera le 20 al giorno.

Ancora, l'esposizione a sostanze tossiche. Dunque cuochi, giardinieri, addetti alle pulizie e impiegati del settore agricolo corrono rischi in più legati proprio alla loro professione. L’esposizione a sostanze tossiche per periodi prolungati, denunciata dal 22% dei futuri padri, si rivela dannosa: piombo, gas di scarico, pesticidi, vernici professionali e prodotti di tipo industriale aumentano il rischio di malformazioni, tumori infantili, sotto peso alla nascita. L’esposizione ai solventi organici contenuti in alcune vernici, nei prodotti delle lavanderie a secco o nelle industrie chimiche invece accresce del 50% il rischio di difetti del tubo neurale (la cosiddetta spina bifida).



 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

mattia_gennaro.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information