DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Gravidanza Articoli Virus Ebola: donne in gravidanza a rischio in Africa occidentale
Virus Ebola: donne in gravidanza a rischio in Africa occidentale
Gravidanza - Articoli
Scritto da Maria Rea     Martedì 28 Ottobre 2014 08:00    PDF Stampa E-mail
Bambino Africano
Allarme Ebola. In Africa occidentale l'epidemia sta mietendo vittime in maniera devastante, in particolare in Liberia, Sierra Leone e Guinea. Il rischio è che si diffonda a livello mondiale. 

Particolarmente a rischio le donne in gravidanza. Nei paesi colpiti infatti aumentano i casi di mortalità di donne in stato interessante, per la difficoltà di accesso alla cure mediche in caso di complicanze della gravidanza e del parto, che nella maggior parte dei casi avviene a domicilio. 
 
bambini terzo mondo
La malattia si trasmette all'uomo attraverso il contatto con animali infetti, morti o catturati nella foresta pluviale dell'Africa subsahariana. La persona infetta può diffondere la malattia nella comunità in cui vive attraverso il contatto con il sangue o altri fluidi corporei, quali saliva, feci, urine e sperma, attraverso il contatto con ferite, mediante rapporti sessuali o oggetti contaminati da liquidi biologici di persone malate.
 
L'ambiente promiscuo, la mancanza spesso di acqua corrente e di condizioni igieniche ambientali sufficienti favoriscono la diffusione del virus Ebola, che può viene ucciso facilmente da sapone, candeggina, luce solare e asciugatura. I sintomi di tale malattia sono febbre, spossatezza, dolori muscolari, cefalea, faringodinia, vomito, diarrea, esantema, insufficienza renale e epatica, emorragie interne ed esterne.

L'Ebola aumenta notevolmente il rischio di aborto, sia nel primo che nel secondo trimestre della gestazione. La donna incinta ha inoltre un'alta incidenza di emorragia, spesso fatale. Se la madre è affetta da Ebola, al momento del parto il neonato non sopravvive e la causa di tali morti è per ora incerta.

Un altro serio problema è rappresentato dalla possibile diffusione del virus attraverso il latte materno al neonato. Il virus dell'Ebola infatti è stato trovato nel latte materno e sembra plausibile che possa essere trasmesso al neonato attraverso la suzione. Tuttavia evitare l'allattamento al seno, in paesi in cui nella maggior parte dei casi non esiste una valida alternativa, espone il neonato ad un altissimo rischio di mortalità per diarrea e malattie respiratorie, quindi non è una strategia praticabile.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information