Scritto da Eva Forte   
Mercoledì 26 Settembre 2018 14:00
Leggi tutto...Julia, Sveva, Elizaveta, Adnan, Shoma: sono solo alcuni dei nomi dei ragazzi e delle ragazze, dai 14 ai 18 anni, che da pochi giorni hanno iniziato a frequentare l’International School di Milano vivendo insieme nel nuovo college che il Gruppo Inspired ha inaugurato, alla presenza dell’Amministratore Delegato Europa di Inspired Education Group, Marc Ledermann, e degli studenti e delle loro famiglie che per primi sperimenteranno questa nuova realtà internazionale nel cuore di Milano.
 
La vocazione del Gruppo Inspired è la formazione internazionale di alta qualità: le 35 scuole in 5 continenti offrono a oltre 26.000 studenti un percorso formativo con il programma IB, International Baccalaureate https://www.ibo.org/about-the-ib/, che prepara all’accesso alle università più prestigiose al mondo da Cambridge, Oxford, fino ad Harvard, Stanford fino all’Università Bocconi.
 
 


Scritto da Giulia Gori   
Mercoledì 12 Settembre 2018 09:49
Leggi tutto...Asili nido e scuole materne hanno appena iniziato il periodo di inserimento:  per i bambini che li frequentano e le loro mamme, che siano lavoratrici oppure casalinghe, è quindi arrivato il momento di separarsi l’uno dall’altra per diverse ore della giornata. Il distacco, ancor più faticoso il primo anno ma comunque sempre difficile al termine delle vacanze estive, trascorse insieme 24 ore su 24, può diventare davvero traumatico per entrambe le parti, se non viene affrontato con la giusta serenità.

Si parla molto di come aiutare il bambino a superare questa fase critica, ma alle molte mamme che vivono la separazione come una perdita spesso non viene data la giusta attenzione. Top Doctors® (www.topdoctors.it), la piattaforma online che seleziona e mette a disposizione degli utenti un panel formato dai migliori medici specialisti e psicologi di tutto il mondo, vuole aiutarle fornendo alcuni efficaci consigli alle donne che faticano a superare questo momento cruciale del proprio ruolo di genitrice o non sanno come rendere il distacco più semplice per il proprio bambino.

 
Scritto da Eva Forte   
Martedì 11 Settembre 2018 19:21
Leggi tutto...
Maglia e uncinetto, una gioia che ogni donna nella vita deve prima o poi sperimentare. E così in soli sei anni We Are Knitters - brand di moda, maglia e uncinetto fondato dagli spagnoli María José Marín e Alberto Bravo - si è trasformato in una marca internazionale: famosa per i suoi kit per maglia e uncinetto, per la qualità dei suoi gomitoli di diversi materiali e filati, e, soprattutto, per aver creato una appassionata community online che ama condividere i propri capolavori realizzati a mano. In Italia la passione per la maglia e l'uncinetto riemerge in moltissime quando si è in attesa di un bebè, per il corredino, ma non dobbiamo sottovalutare l'arte del fai da te anche in altre fasi della nostra vita. Da poco arrivato anche in Italia, oggi il progetto vanta oltre 25.000 kit venduti in 20 paesi del mondo e in soli 7 mesi circa l’Italia ha raggiunto il 5% del fatturato aziendale. Uno dei punti di forza dell'iniziativa risiede sicuramente nel rilancio del knitting come "terapia" (anti-stress di base, ma anche con altri effetti benefici), così come si evince dallo slogan scelto da María José e Alberto, i fondatori di We Are Knitters: All the happiness in a kit. Hobby foriero di "felicità", ma anche di supporto per le persone che devono gestire un dolore fisico a lungo termine o per coloro che si trovano ad affrontare un periodo di depressione.

 
Scritto da Eva Forte   
Giovedì 30 Agosto 2018 12:19
Leggi tutto...Dati poco incoraggianti quelli che legano il mondo infantile alla mala alimentazione. Secondo una recente mappatura realizzata dal Joint Research Centre della Commissione Europea il 31% dei bambini italiani soffre di obesità, dato confermato anche dai risultati del WHO Childhood Obesity Surveillance Initiative (COSI), che ci ha inseriti all’ultimo posto col 21% di bambini obesi o in sovrappeso, pari a uno su cinque. Non va meglio in Europa dove su 9 Paesi è obeso 1 bambino su 3. Uno scenario preoccupante che ha portato l’Organizzazione Mondiale della Sanità a definire l’obesità infantile come uno dei problemi di salute pubblica più gravi del ventunesimo secolo. Ciò che emerge è la mancanza di una corretta educazione alimentare infantile.

 
Scritto da Eva Forte   
Lunedì 27 Agosto 2018 10:08
Leggi tutto...Continua fino al 15 ottobre e dal 26 agosto sarà anche on air in radio e TV. I mitici colori GIOTTO sono protagonisti di una grande operazione a premi per il back to school 2018 che premia tutti i consumatori. Con il rientro a scuola ci si prepara a rifornire lo zaino di tutto il materiale utile a sviluppare e dare forma alla creatività. GIOTTO, che dal 1920 accompagna i giovani studenti sui banchi di scuola con la qualità delle sue matite colorate, pastelli e pennarelli, quest’anno vuole premiarli con il grande concorso “Crescere a Colori”. Un universo di sfumature da stendere sul foglio e indossare; basta, infatti, acquistare una qualsiasi confezione di matite colorate o pastelli e una di pennarelli GIOTTO per ricevere in omaggio un voucher del valore di 10 euro da spendere nei negozi United Colors of Benetton* e molti altri premi ad estrazione.

 
Scritto da Eva Forte   
Giovedì 09 Agosto 2018 09:36
Leggi tutto...L’8 e il 9 settembre a Vignola la XVII edizione della manifestazione: oltre ai laboratori per i più piccoli, incontri formativi e approfondimenti per genitori e insegnanti VIGNOLA, 7 agosto 2018 – Il bambino diventa protagonista assoluto di Bambinopoli, manifestazione in programma l’8 e il 9 settembre, che attraversa il tempo e coinvolge piccoli e grandi nel centro di Vignola (MO). Giunta alla sua XVII edizione, infatti, la manifestazione si rivolge da un lato ai bambini, con laboratori didattici e spettacoli, dall’altro a genitori e insegnanti con incontri e attività formative sulla crescita e lo sviluppo del bambino.

 
Scritto da Eva Forte   
Giovedì 02 Agosto 2018 16:10
Follow my blog with Bloglovin

Leggi tutto...

Il piccolo romano di 4 anni, aveva ingerito una di quelle batterie classiche che si usano nei giocattoli, estremamente pericolosa se ingoiata. Lamentando continuamente forti dolori i genitori, all'oscuro di tutto, lo hanno portato all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma al pronto soccorso. Attraverso l'ecografia non si riusciva a vedere nulla e la scoperta della batteria nell'esofago è stata possibile solo attraverso una radiografia addominale. Poiché erano passati già alcuni giorni dal momento dell'ingestione, stava già sprigionando la carica elettrica andando così a bruciare i tessuti, mettendo a rischiola vita del bambino.

 
Scritto da Giulia Gori   
Giovedì 26 Luglio 2018 15:34
Leggi tutto...Roma è una città caotica, traffico, strade distrutte, marciapiedi spesso inesistenti. Non sono da meno le zone che circondano le scuole mettendo spesso a rischio i bambini e le loro famiglie. Nel II Municipio però questa estate sarà importante e al ritorno a scuola tutti avranno delle belle sorprese. L'ingresso dell'Istituto Comprensivo Alfieri Lante della Rovere di via Tevere infatti cambia look. Per la riapertura della scuola le bambine e i bambini troveranno un marciapiede nuovo, ampio, comodo e sicuro.
L'intervento prevede la riqualificazione e l'allargamento della pavimentazione nell'area esterna alla scuola e il rinnovamento dell'arredo urbano con l'installazione di nuovi parapedonali di protezione, cigli per marciapiedi in granito e dissuasori di sosta.

 
Scritto da Eva Forte   
Giovedì 05 Luglio 2018 17:07
Leggi tutto...La più grande paura che ha un genitore da quando scopre di aspettare un bambino, è quella di veder soffrire i propri figli. Maria Leonor e Maria Beatriz Calhero sono due gemelle di quasi due anni, nate nella bellissima Lisbona a ottobre 2016. Al momento della nascita, a entramber è stata immediatamente diagnosticata la ittiosi lamellare, una rara malattia genetica della pelle che al momento non ha una cura definitiva. Da quel giorno Francisco ed Elena, genitori delle bimbe, hanno iniziato a studiare per trovare una soluzione che possa migliorare le condizioni di vita e salute delle loro figlie. I pazienti affetti da questa grave malattia - circa 2 persone ogni 100.000 - non sono in grado di produrre un enzima vitale per creare la barriera cutanea, che risulta quindi estremamente disidratata e continuamente bisognosa di cure.

 
Scritto da Eva Forte   
Martedì 26 Giugno 2018 13:09
Leggi tutto...La crisi del 2008 ha segnato un grosso spaccato nella natalità italiana. Da allora infatti, il numero di nascite è fortemente diminuito fino a contare in soli otto anni ben 100 mila bambini in meno. Non stupisce però, visti i costi alti dell'avere un figlio in Italia. Secondo i dati dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori si sa che la spesa media per mantenere un bebè solo nel primo anno di età va da un minimo di 7100 € ad un massimo di 15200 €. Numeri troppo forti per molte delle nuove famiglie.

 
Inizio Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. Fine

Pagina 2 di 605

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information