Scritto da Eva Forte   
Sabato 28 Marzo 2020 11:16
Leggi tutto...I primi mesi del bambino sono quelli dell'esplorazione, e appena cominciano a stare seduti verso i sei-sette mesi, possiamo cominciare a proporgli giochi più complessi ma pur sempre adatti alla loro fase di crescita. La scatola del tesoro è uno dei giochi più interessanti per tutti i bambini che possono entrare in contatto con gli oggetti che vedono in casa, potendo scegliere volta per volta cosa esplorare e come maneggiarli.

Questo gioco fornisce maggiori competenza al bambino che impara a tenere in mano oggetti diversi e a conoscerli anche attraverso la bocca. Un modo molto simpatico anche per far sperimentare a livello tattile e sensoriale la conoscenza dei diversi materiali. Tutti i bambini, oltre al giochino preconfezionato, sono molto attratti da tutto quello che vedono per la casa, ma non sempre possono toccarli liberamente. Cominciamo quindi a preparare la loro scatola del tesoro.

 


Scritto da Eva Forte   
Sabato 28 Marzo 2020 11:09
Leggi tutto...Restare a casa senza perdere il contatto con l'esterno grazie ai tanti negozi online che consegnano a domicilio e permettono agli italiani di uscire il meno possibile dalle proprie abitazioni. Cambia così il modo di vivere e di fare acquisti implementando su larga scala l'uso dell'ecommerce. Non poteva restarne fuori eBay, già ampiamente usato da sempre. Maagri ad oggi lo usavamo per comprare giocattoli introvabili, regali dell'ultimo minuto, oggettistica per la casa. Ma ora? Come cambia il trend di uno dei colossi del commercio elettronico in tempo di crisi?
Gli italiani stanno a casa dunque, ma non rinunciano alle loro pratiche, riscrivono i codici e gli spazi. La cucina diventa il bar, il bagno il centro estetico, il salotto la palestra e l’intimità cresce. 
In particolare, vediamo gli ambiti verso cui gli italiani riservano le maggiori attenzioni:
 
Scritto da Redazione   
Lunedì 23 Marzo 2020 12:18
Leggi tutto...Quanti di noi danno una paghetta ai propri figli? Da che età è un giusto compromesso e soprattutto insegna veramente il valore dei soldi ai ragazzi? Paghetta sì o paghetta no? Decisamente sì, se si trasforma in azioni che costituiscono i mattoncini per creare un adulto finanziariamente più consapevole. Questa prassi, infatti, può rivelarsi un ottimo punto di partenza per sensibilizzare i propri figli verso una corretta gestione attiva del denaro. Non solo: questa iniziativa può risultare utile anche per coinvolgere i più giovani nell’economia familiare.
 
Scritto da Redazione   
Giovedì 12 Marzo 2020 12:46
Leggi tutto...Il progetto Pearson Kilometro Zero nasce per supportare la scuola in un momento in cui le attività didattiche in presenza sono interrotte in tutta Italia, e prevede numerose iniziative e proposte a supporto di docenti e studenti, con l’obiettivo di assicurare la continuità didattica anche fuori dalle aule attraverso l’utilizzo del digitale.  

 
Scritto da Eva Forte   
Venerdì 21 Febbraio 2020 13:36

Leggi tutto...

Una donna giovane che si ammala di cancro ha una preoccupazione in più, legata proprio al poter perdere la possibilità di diventare genitore. Ogni anno in Italia sono 9mila le persone che ricevono una diagnosi di cancro prima dei 40 anni. Affrontare le cure oncologiche può voler dire ridurre o perdere del tutto la propria fertilità a cui però c’è una possibilità da prendere in considerazione per far si che questo non vada ad inficiare le possibilità di diventare genitori.

Il rapporto “fertilità e cancro”

Per le pazienti in età fertile con le tecniche di onco-fertilità le chance di avere figli aumentano notevolmente. Stando al rapporto diffuso daInstitut Marquès in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, 7 pazienti post oncologiche su 10 riescono a coronare il sogno di maternità in meno di 2 anni, senza il rischio di recidivanti.

 
Scritto da Eva Forte   
Lunedì 17 Febbraio 2020 14:06
Leggi tutto...Si può entrare in gravidanza a rischio connessa con il lavoro sia se si hanno problemi legati alla gestazioni tali da ritenere rischioso  il normale iter lavorativo, sia se il lavoro stesso è pericoloso per la donna in dolce attesa. Per tutti e due questi casi è previsto l'allontanamento dal lavoro ma in questi casi è prevista la visita fiscale o si è esenti? Inn ogni caso quali sono i documenti necessari per il riconoscimento della gravidanza a rischio?

 
Scritto da Eva Forte   
Martedì 11 Febbraio 2020 15:35
Leggi tutto...Vi comunichiamo la convenzione a voi dedicata

- SCONTO DEL 10% SUL PERCORSO BENESSERE

- SCONTO DEL 20% SU TUTTI I TRATTAMENTI

- MASSAGGIO IN GRAVIDANZA + PERCORSO BENESSERE € 72

La percentuale di sconto è da applicare sul prezzo da listino, SONO ESCLUSE OFFERTE

 
Scritto da Eva Forte   
Martedì 11 Febbraio 2020 12:45
Leggi tutto...Sappiamo che la percentuale di mortalità del nuovo coronavirus sulla popòolazione è pari a meno del 2% e che a rischio sono principalmente gli uomoni adulti. Ma come dobbiamo comportarci con i bambini e quali sono i rischi per la salute infantile? Abbiamo consultato il sito dell'Unicef e di seguito quanto riguarda i più piccoli sul tema coronavirus e polmonite.
 
Scritto da Eva Forte   
Martedì 11 Febbraio 2020 12:13
Leggi tutto...Oggi vi parliamo di un nuovo progetto volto alla cultura della sicurezza e della prevenzione dei rischi per i più piccoli, nel caso in cui si dovessero trovare in situazioni che possano mettere in pericolo la loro incolumità. Si chiama Be Safe – Impariamo a proteggerci e la prima tappa si svolgerà a Roma nel Centro commerciale Romaest dal 29/02 al 15/03. Il progetto è dedicato ai bambini fra i 7 e gli 11 anni e prevederà 4 aree ognuna delle quali destinata a uno specifico avvenimento di rischio: alluvioneincendioterremoto attentato.
 
Scritto da Redazione   
Giovedì 30 Gennaio 2020 11:45
Leggi tutto...Ritardo nello sviluppo del linguaggio, ma non solo: Top Doctors® elenca i pericoli legati all’utilizzo smodato di device tecnologici da parte dei più piccini, che sempre più spesso imparano a navigare prima ancora di parlare e così, il baby-sitter più amato del terzo millennio è proprio lo smartphone di mamma e papà. I bambini di tutte le età passano infatti sempre più tempo con lo sguardo concentrato sullo schermo, spesso con il benestare di genitori che vedono nella capacità attrattiva dei dispositivi tecnologici un valido alleato per calmare e intrattenere anche il bimbo più vivace: a casa, come al ristorante, in macchina o al supermercato.

 
Inizio Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. Fine

Pagina 3 di 611

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information