DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home PMA Articoli PMA: il tribunale di Cagliari consente ad una coppia di effettuare la diagnosi preimpianto
PMA: il tribunale di Cagliari consente ad una coppia di effettuare la diagnosi preimpianto
PMA - Articoli
Scritto da Angela Messina     Venerdì 16 Novembre 2012 09:52    PDF Stampa E-mail
tribunaleIl 9 novembre, il Tribunale di Cagliari, con una sentenza storica, ha concesso ad una coppia ,lei affetta da talassemia major e lui portatore sano della malattia, di poter effettuare la diagnosi pre-impianto. Con questa sentenza, per la seconda volta, e sicuramente non l'ultima, i giudici stoppano la legge 40. 

E questo significa che la coppia ricorrente potrà avere un bimbo sano, senza dover spendere migliaia di euro all'estero e senza l'angoscia di portare la gravidanza avanti per mesi prima di procedere all'aborto terapeutico. La legge sull'aborto consente di liberarsi di un feto malato anche al quarto mese di gravidanza, ma attualmente non permette ad una coppia fertile di eliminare il feto non sano prima che diventi un bambino a tutti gli effetti nella pancia della mamma.

diagnosi preimpianto
Una contraddizione condivisa anche dalla Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo. Lo scorso giugno aveva infatti sconfessato la legge 40 accogliendo il ricorso di una coppia italiana fertile portatrice sana di fibrosi cistica che voleva accedere alla diagnosi pre-impianto degli embrioni. Il governo italiano aveva protestato sonoramente ed era stato annunciato il ricorso in appello la cui scadenza è fissata per il 28 novembre. I giudici stanno dalla parte delle coppie e applicano, in assenza di chiari dettagli normativi, la sentenza di Strasburgo.

A Salerno, nel gennaio 2010 i magistrati avevano dato il via libera alla selezione embrionale a una coppia fertile ma portatrice di una malattia che aveva già fatto morire una figlia di appena 7 mesi e che li ha costretti a tre aborti. Situazioni strazianti che potrebbero essere eliminate se si correggesse una legge che lascia molti scontenti.

Soprattutto le coppie con malattie che spendono migliaia di euro per recarsi all'estero e aggirare così l'ostacolo della legge 40. Come quella coppia di Torino che ha sborsato trentamila euro in Spagna per avere accesso alla diagnosi preimpianto nel tentativo di concepire un figlio sano, o un'altra coppia di Venezia che di euro ne ha spesi 20 mila, sempre in Spagna.  Ma ora questi cittadini reclamano il diritto ad una gravidanza serena e chiedono che lo Stato italiano rimborsi i soldi spesi fuori dai confini italiani. 

Afferma il giudice nella sentenza che la diagnosi genetica pre-impianto debba considerarsi pienamente ammissibile, al fine di assicurare la compatibilità della legge 40 del 2004 con i princìpi del nostro ordinamento giuridico.

In Italia ci sono 357 centri di procreazione medicalmente assistita (Pma), di cui 76 pubblici: secondo l'associazione Luca Coscioni, i cui avvocati hanno seguito gratuitamente la coppia di Cagliari nel ricorso, nessuna struttura pubblica in Italia offre la diagnosi pre-impianto. Questo costringe le famiglie a rivolgersi a centri privati, dove le spese si aggirano tra i 6mila e i 10mila euro. Alla coppia di Cagliari erano stati chiesti 9mila euro, ma le cifre possono salire vertiginosamente, fino ai 30mila euro che una coppia di Torino, affetta da traslocazione cromosomicabilanciata, è stata costretta a pagare per la diagnosi pre-impianto. I coniugi torinesi hanno depositato un ricorso al Tribunale per chiedere il rimborso delle spese sostenute; spese che, secondo l'ordinanza del Tribunale di Cagliari, non sono più necessarie, visto che l'esame deve essere assicurato dalle strutture pubbliche in forma diretta o indiretta.

Dopo l'ordinanza, l'Asl di Cagliari fa sapere di essere pronta e favorevole a sostenere le spese della coppia per effettuare l'esame richiesto, tuttavia l'Azienda non può a livello normativo garantire l'assistenza diretta presso le proprie strutture, come in nessun'altra struttura pubblica in Italia, ma garantirà l'assistenza indiretta sostenendo gli oneri necessari per l'effettuazione degli esami presso un centro specializzato in Italia.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Febbraio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3
week 6 4 5 6 7 8 9 10
week 7 11 12 13 14 15 16 17
week 8 18 19 20 21 22 23 24
week 9 25 26 27 28
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

arancia.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

La Ragnatela News

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 495 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information