DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home PMA Tecniche PMA: l’IMSI aumenta le possibilità di successo
PMA: l’IMSI aumenta le possibilità di successo
PMA - Tecniche
Scritto da Maria Ida Longo     Lunedì 17 Gennaio 2011 16:35    PDF Stampa E-mail
L'IMSI aumenta il successo della PMAAumentano sempre più le coppie che per realizzare il sogno di diventare genitori devono ricorrere alla PMA ( procreazione medicalmente assistita): spesso, il piccolo tanto desiderato arriva subito al primo tentativo, ma c'è anche l'atra faccia della medaglia, quella più difficile, più dolorosa, ovvero il fallimento di più tentativi o l'aborto dopo aver ottenuto la gravidanza tramite tecniche di II livello (FIVET, ICSI).

Ovviamente alcuni fallimenti o aborti rientrano nella norma, infatti la PMA , soprattutto se di II livello ha altissime percentuali di riuscita e come spesso succede nelle gravidanze ottenute naturalmente e quindi senza un intervento medico, può capitare di avere un aborto.

Scelta di spermatozoi tramite ICSISpermatozooi con normale microscopio (x 400)

I fallimenti però possono essere anche causa di qualche patologia che va curata attentamente, ad esempio ormoni ballerini e problemi alla cavità uterina: ma che succede quando la PMA non riesce ne suo intento più e più volte o quando ci si imbatte in vari aborti senza un apparente causa medica?

Fortunatamente, oggi ci sono nuove tecniche che permettono ai medici di fare controlli più approfonditi sia sugli ovuli, che sugli spermatozoi ed è proprio di questi ultimi che volgiamo occuparci.

Esiste una nuova tecnica che, purtroppo, in Italia non tutti i centri ancora fanno: parliamo dell'IMSI (Intracytoplasmic Morfologically selected Sperm Injection).

Apparentemente è appunto la parola giusta, in quanto in un controllo normale, che precede la scelta degli spermatozoi migliori nelle tecniche di PMA di II livello, questi vengono selezionati tramite osservazione al microscopio ed ingranditi quindi di 400 volte.

Vengono presi i migliori, i più vivaci e strutturalmente perfetti, questi serviranno a fecondare l'ovulo dando quindi il via allo sviluppo di una nuova vita, l'embrione.

Purtroppo, però, l'embrione appena formatosi spesso non attecchisce alle pareti uterine e se lo fa capita che non riesca più ad andare avanti, dando il via quindi o ad una gravidanza biochimica o ad un aborto nelle prime settimane di gestazione: tutto questo spesso è appunto causa della qualità degli spermatozoi, che possono sembrare belli e forti ma in realtà non lo sono.
Scleta di spermatozoi tramite IMSISpermatozoi tramite IMSI (x 6.600)

A tale proposito quindi viene in aiuto l'IMSI, ovvero, lo spermatozoo da iniettare all'interno dell'ovocita viene selezionato mediante alti ingrandimenti microscopici ovvero, il gamete maschile non ha più una visibilità di 400 volte ma addirittura di 6.600 volte.

In particolare, per la scelta dello spermatozoo viene utilizzata una tecnica denominata MSOME (Motile Sperm Organellar Morphological Examination): in questo modo, diversi organelli degli spermatozoi, quali acrosoma, collo, coda, mitocondri e nucleo, possono essere esaminati dettagliatamente.

Infatti, tramite varie ricerche, è stato possibile evidenziare che, per il processo di fecondazione sono particolarmente importanti le caratteristiche del nucleo dello spermatozoo che deve essere, liscio, ovale, simmetrico con una struttura cromatinica (contenente il DNA) omogenea, inoltre, non deve presentare vacuoli con un'area superiore al 4% di quella del nucleo stesso.

Numerosi studi effettuati hanno evidenziato una correlazione statisticamente significativa tra tale caratteristica spermatica e le percentuali di fertilizzazione ovocitaria e di gravidanza: l' IMSI si è dimostrata utile soprattutto in quelle coppie che hanno alle spalle ripetuti fallimenti con la tecnica ICSI o sono andati incontro ad aborti post PMA.

La tecnica IMSI, infatti, ha permesso di aumentare la percentuale di embrioni di ottima qualità, le percentuali di impianto embrionario, le percentuali di gravidanza e una diminuzione delle percentuali di aborto.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Gennaio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 1 1 2 3 4 5 6
week 2 7 8 9 10 11 12 13
week 3 14 15 16 17 18 19 20
week 4 21 22 23 24 25 26 27
week 5 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

arancia.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 463 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information