DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Tuo figlio fa i capricci? Potrebbe essere emicrania
Tuo figlio fa i capricci? Potrebbe essere emicrania
Bambini - Articoli
Scritto da Caterina Poni     Lunedì 14 Novembre 2011 12:40    PDF Stampa E-mail
I capricci dei bambini possono essere emicranieDietro ai capricci e alle lacrime dei vostri bambini potrebbe non esserci la mancanza di un giocattolo o il disappunto di vostro figlio, ma un'emicrania che i piccoli non sanno raccontare, e di cui avvertono la mamma piangendo e urlando.

A spiegarlo alle mamme e i papà italiani è il personale dell'Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, che spiega anche quali sono i sintomi tipici di chi soffre di mal di testa. 

I capricci dei bambini possono essere emicranie
Dolori alle gambe, mal di pancia, mal di macchina, vertigini o torcicollo persistente e periodico dovrebbero indurre i genitori a pensare all'emicrania, perchè sintomi tipici di questa patologia, la malattia neurologica più diffusa tra i bambini, con 8 casi ogni 100. 

Il sintomo più noto dell'emicrania in età infantile è proprio la cefalea ricorrente, di cui soffre addirittura l'80% dei bambini che, non avendo altro modo per manifestare il proprio disagio, piangono.

A farne maggiormente le spese sono i figli di coppie con almeno un componente che soffre di mal di testa, e proprio questo dovrebbe essere più attento ai segnali lanciati da suo figlio. I bambini, infatti, intorno ai 2-3 anni di età cominciano a poter lamentare il mal di testa e, in questi casi, è opportuno rivolgersi al pediatra, per capire l'origine del problema, che può variare da una sinusite a problemi di vista a, come in questo caso, emicrania. 

Successivamente ci si può rivolgere ad un centro specializzato, che può decidere il trattamento migliore per ogni bambino. A quest'età, infatti, le cure possono essere sia farmacologiche che non, ma in tutti i casi strettamente necessario, come sottolinea Massimiliano Valeriani, responsabile di Alta Specializzazione Neurologia del Bambin Gesù. Non trattare un dolore, spiega Valeriani, significa permetterne il ripetersi e, a lungo andare, la cronicizzazione.

Importante è non sottovalutare la questione, e rivolgersi a persone competenti in grado di capire la terapia più adatta. Perchè se non è vero che gli antidolorifici non devono essere usati per i bambini, è altrettanto vero che, spesso, quelli per i più piccoli differiscono da quelli per gli adulti, perc ui cure fai-da-te potrebbero rivelarsi un danno, prima che una cura.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information