DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Un genitore su quattro ricorre allo schiaffo perchè educativo
Un genitore su quattro ricorre allo schiaffo perchè educativo
Bambini - Articoli
Scritto da Carmela Pelaia     Martedì 27 Marzo 2012 13:30    PDF Stampa E-mail
padre_figlio_logoLa nuova campagna di 'Save the children' - A mani ferme, per dire no alle punizioni fisiche nei confronti dei bambini - rivela che i genitori italiani dell' ultima generazione ricorrono allo schiaffo con i figli e lo ritengono educativo: ben il 27% di mamme e papà ne sono convinti, ma sempre affiancato al dialogo e l'ascolto, valori  fondamentali.

La campagna si inserisce all'interno di un progetto europeo in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria e l'Associazione Nazionale dei Pedagogisti italiani, con lo scopo di sensibilizzare i genitori a non ricorrere mai alla violenza, neanche in occasioni sporadiche.

un genitore su quattro ricorre allo schiaffo perchè educativo
La ricerca del dialogo e dell'ascolto, riferisce l'associazione, si confermano i principali pilastri sui quali i genitori costruiscono il loro rapporto educativo con i figli, rispettivamente per il 50% e il 35% di essi; tuttavia da una ricerca effettuata con IPSOS, più di un quarto dei genitori italiani ricorre alla sculacciata: il 22% qualche volta al mese, il 5% tutti giorni, e il 49% in via del tutto eccezionale. La campagna di Save the Children non vuole certo colpevolizzare i genitori, anzi, vuole essere un aiuto  dimostrando che è possibile "mantenere la disciplina e l'autorevolezza attraverso modelli educativi non violenti". Rispetto ad una ricerca precedente, c'è un aumeto del ricorso allo schiaffo fra i genitori con figli dai 6 ai 16 anni e un calo nei bambini più piccoli.

Tra le principali motivazioni che spingono allo schiaffo c'è l'esasperazione, lo spavento di un momento, mentre per quanto riguarda le conseguenze sui bambini, non sono considerate necessariamente negative: per quasi il 57% dei genitori dare uno schiaffo ogni tanto non ha mai fatto male a nessuno e per il 26% di essi può perfino avere un effetto benefico per farli diventare adulti educati. Valerio Neri, direttore di Save the Children Italia, afferma che "in realtà le conseguenze di uno schiaffo non sono neutre, un bambino può diventare col passare del tempo aggressivo e nervoso o, al contrario, deprimersi. Dunque Save the Children dice NO alle punizioni fisiche di qualunque entità, e dice SI a una genitorialità positiva, autorevole e fondata su un'educazione non violenta".
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

chiara_romidac.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information