DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Schiaffi e urla punitive verso i bambini, aumentano rischio malattie gravi
Schiaffi e urla punitive verso i bambini, aumentano rischio malattie gravi
Bambini - Articoli
Scritto da Eva Forte     Martedì 13 Novembre 2012 15:59    PDF Stampa E-mail
Violenza minoriChe le punizioni fisiche non siano la via migliore per educare i figli, così come le urla, è indiscusso e ora lo è ancora di più. Uno studio condotto dagli psicologi della Plymouth University di Devon e pubblicato sul Journal of Behavioural Medicine ha verificato come sgridare in modo violento arrivando anche a dare punizioni fisiche ai bambini più piccoli (anche uno schiaffo) li esponga al rischio cancro.

Non solo, si rischia anche di incappare in malattie cardiovascolari e asma. Lo studio ha svelato proprio che punizioni troppo dure in età infantile possano aumentare il rischio di malattie gravi da adulti. La spiegazione di questa correlazione potrebbe risiedere nello stress causato proprio dalle violenze domestiche. Questo avviene anche nei paesi dove lo schiaffo è una punizione accettata socialmente parlando.

bambino di 6 anni seviziato e violentato dai genitori
Gli alti livelli di stress emotivo portano in seguito a cambiamenti biologici nell'individuo, fino a portare a gravi conseguenze sulla salute. Così spiega lo stesso autore della ricerca, Michael Hyland, vedendo come lo stress che si subisce nelle prime fasi della vita sotto forma di trauma e abuso, porti cambiamenti a lungo termine che facilitano l'insorgere di patologie negli anni successivi. 

La ricerca è stata condotta su settecento persone in Arabia Saudita, 250 delle quali in salute e 150 che avevano avuto asma, cancro o patologie cardiache. I partecipanti hanno dovuto rispondere ad alcune domande riguardanti l'infanzia vedendo se avevano subito o meno punizioni fisiche o aggressioni verbali da piccoli.

Chi aveva avuto il cancro si è visto che era stato picchiato 1,7 volte di più rispetto a chi era in buona salute. Chi aveva patologie cardiache ha segnato 1,3 volte in più rispetto a chi non lo aveva e così per i malati di asma con 1,6 volte in più.
 
Se quindi qualche schiaffone ogni tanto vola in casa, pensate anche agli effetti a lungo termine e non solo quelli a breve. 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information