DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini Articoli Portardo i bambini all'aria aperta anche in inverno si ammalano meno
Portardo i bambini all'aria aperta anche in inverno si ammalano meno
Bambini - Articoli
Scritto da Tatta Bis     Mercoledì 04 Febbraio 2015 11:04    PDF Stampa E-mail
Bimbo NeveSpesso, con la neve e il freddo pungente i genitori  non fanno uscire di casa, neanche per brevi passeggiate all’aria aperta i propri figli, per paura è quella di farli ammalare, ma i pediatri consigliano il contrario: chiusi in casa d'inverno, per evitare malattie e contagi è sbagliato, all’aria aperta i bambini corrono molto meno rischi infettivi di quando si trovano in locali chiusi. 
 
Lo sostiene anche Susanna Esposito, direttore della UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione Policlinico di Milano e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP), con l’arrivo delle temperature fredde, i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, perché temono per la loro salute.
 
Bambino neve

Se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati, i contatti ravvicinati con altri bambini o, più in generale, con i soggetti malati, sono una delle principali modalità di trasmissione delle malattie infettive.
 
I bambini devono essere però coperti un poco di più di quanto si vesta una persona adulta: nei primi anni di vita, hanno minori capacità di termoregolazione, per evitare i “malanni di stagione”, quando si è fuori casa, la prima forma di prevenzione è utilizzare un abbigliamento adeguato.
 
Non si deve mai dimenticare di far indossare cappello, sciarpa e guanti ai propri figli, se le temperature si abbassano, coprire orecchie e gola al fine di evitare otiti e bronchioliti, molto frequenti in questa stagione e se gli indumenti si bagnano giocando nella neve o sciando, vanno asciugati accuratamente.
 
Oltre a questi accorgimenti, per evitare influenze e raffreddori, i pediatri della SITIP raccomandano di: arieggiare almeno una o due volte al giorno gli ambienti chiusi, evitare contatti con soggetti malati (inclusi parenti anche di età adulta con sintomi respiratori modesti), non esporre i bambini a fumo passivo, privilegiare, nei bambini con meno di tre anni di età, vacanze in luoghi con clima relativamente mite (mare, campagna, collina), coprire adeguatamente i bambini che vanno in vacanza in montagna e cambiarli qualora si bagnassero a contatto con la neve.
 
Il sistema immunitario ha bisogno di essere stimolato per crescere bene e, piaccia o no, le malattie sono un fatto assolutamente normale durante lo sviluppo del bambino.
 
Le malattie che si manifestano con il raffreddore e la febbre sono spesso legate ad un problema infettivo, ovvero che un germe, un virus o un batterio che sia, entra nell’organismo e lo infastidisce. 
 
Questi germi si trasmettono da una persona a un’altra attraverso le goccioline di saliva che ognuno emette quando respira o parla e che restano in sospensione nell’aria. Il famoso “colpo d’aria” o “di vento” o “di freddo” quindi non fa venire la febbre, il raffreddore o la bronchite, anzi, la probabilità di respirare le goccioline infette è molto più alta in un ambiente piccolo, poco areato dove respirano più persone e dove magari c’è il riscaldamento.
 
Così come non è il freddo, il vento o l’acqua che fanno venire l’otite, in quanto l’unica causa che lo scatena è il catarro causato dai virus, mettere il cappello terrà caldo il capo, eviterà che persone sensibili all’umidità possano sviluppare cefalea, ma non eviteranno il raffreddore né tantomeno l’otite.
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


banner def 480
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

mattia_gennaro.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 684 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information