DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Bambini L'Angolo della Tata Quando il bimbo non vuole più dormire da solo
Quando il bimbo non vuole più dormire da solo
Bambini - Tata
Scritto da Adriana Cantisani     Martedì 19 Gennaio 2010 12:00    PDF Stampa E-mail
Tata Adriana CantisaniCiao Tata Adriana, ti faccio una piccola premessa: mio figlio di 15 mesi, da sempre ha dormito nella sua cameretta e nel suo letto. Io e mio marito lo mettiamo (ormai mettevamo) nel suo lettino e, quando sono io a rimanere con lui, mi sdraio nel letto più grande che è a fianco al suo fino a quando non si addormenta.

Rimango lì senza dire nulla ma solo facendogli sentire che "la mamma è qui". Mio marito invece, gli accarezza la testa fino a quando non si addormenta. Con tutti e due i metodi non ha mai avuto problemi e nell'arco di circa 15 min, si è sempre addormentato.


Tata Adriana Cantisani

Adesso, è da qualche giorno che non c'è verso di farlo rimanere sdraiato nel suo letto, si alza, strilla e piange anche per più di un ora. Se preso in braccio ci indica che vuole scendere ed una volta a terra, corre in camera nostra e fa segno che vuole venire nel lettone.

Noi non l'abbiamo mai accontentato ma in queste sere il solo modo di farlo dormire, dopo lunghi tentativi con i metodi fin ora usati, è stato quello di tenerlo in braccio ed essere entrambi presenti nella stanza. Abbiamo notato che la presenza contemporanea mia e del padre è la cosa determinante per tranquillizzarlo più del fatto di essere preso solo in braccio. Abbiamo provato tutte le combinazioni : io nella stanza e lui nel lettino - io con lui in braccio ecc. ma è solo quando siamo tutti e tre insieme nella sua stanza che si tranquillizza e si addormenta praticamente subito.

Preciso che non è cambiato nulla nella routine del bambino. Pero' è successo che poco tempo fa, di notte, si è svegliato piangendo, ed io l'ho preso e portato nel nostro letto. Da allora sono cominciati i capricci. Possibile che sia bastata una sola volta che ha dormito con noi per fargli perdere tutte le "buone" abitudini che con tanta fatica gli avevamo insegnato??
Grazie
Emanuela



Cara Emanuela,
addormentarlo nel lettone, per poi spostarlo nel lettino, può essere destabilizzante per il bambino: ai suoi occhi diventiamo come dei bugiardi, perché è come dire “non ti preoccupare amore, dormi sereno, la mamma è qua" e poi invece al risveglio la mamma non c'è più, quindi in qualche momento se ne è andata e questo per i piccoli è un tradimento di fiducia.

E’ molto importante essere convinti di stare facendo la cosa giusta e soprattutto seguire una routine quotidiana per andare a letto. Le routine sono importanti per i bambini, perché infondono sicurezza ed ogni cambiamento deve essere fatto in modo graduale e naturale. Trovate una routine che vada bene per voi (per es., pappa, bagnetto, pigiamino, favolina, attivare il carrillon, entrare nel lettino, carezzine per 5 minuti). Facendolo tutte le sere e seguendo sempre lo stesso ordine, il momento della nanna diventerà più naturale e facile anche per lui.

Appoggialo nel suo lettino con tranquillità e rimani con lui, tenendogli la mano, cantando una canzoncina: così ti sente vicina. Se ti è possibile, sdraiati di fianco a lui (ovviamente non nel lettino e nemmeno nel lettone!), magari su un letto a fianco al suo lettino. Conviene evitare di tenere anche il contatto visivo, perché se continui a guardarlo vorrà comunicare con te, piangendo o urlando e magari solo per dirti quanto vorrebbe essere preso in braccio. Rassicuralo con la tua voce, con le tue carezze, ma non prenderlo su.

Se si alza in piedi nel lettino e ti guarda o cerca il tuo sguardo, rimani sdraiata e tieni gli occhi chiusi, anche se si alza in piedi nel lettino: con voce calma gli parli , sempre senza GUARDARLO! Tu sei vicina, non si deve sentire abbandonato, ma nello stesso tempo non c'è spazio per “contrattare”.

Potrebbe piangere, è normale. Non sapendo ancora parlare esprime così la sua rabbia. Non sentirti in colpa, perché la rabbia è una emozione che tutti, anche i più piccoli, provano, ma che ancora devono imparare a conoscere e a gestire.

Tutto questo avrà bisogno di tempo ed ogni bambino ha i suoi tempi, ma non mollare!

Addormentarlo in braccio è rassicurante per lui, è vero, ma gli insegna anche che l'unico posto sicuro è tra le tue braccia e non è così. E’ importante imparare gradualmente ad auto-consolarsi per crescere sicuri di sé e per imparare ad affrontare i suoi primi ostacoli.

Non so dirti quanto potrà durare, ogni bambino ha i suoi tempi ma vedrai, non durerà a lungo. La cosa più importante è non mollare.

Per quanto riguarda il tuo dubbio se sia bastato una volta nel lettone per dargli l’abitudine, è difficile dirlo: potrebbe anche essere un momento particolare del suo sviluppo, potrebbe avere dei disturbi dovuti alla dentizione. Cerca di cogliere se vi sono segnali particolari di disagio fisico o emotivo e se hai dei dubbi, non esitare a consultare il tuo pediatra di fiducia.

Rimane ancora la questione del compresenza dei genitori: forse il papà ha un effetto calmante sulla mamma…la compagnia rassicura e di conseguenza anche il bambino è più tranquillo! Prova a pensare a cosa comporta lo stare insieme nella stanzetta, proprio nel momento della separazione della nanna (perché si tratta comunque di una separazione per il piccolo).

Un abbraccio,
adri

Approfondimenti: Per leggere tutte le risposte della nostra tata e scriverle vai sul nostro Forum

 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.
Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 

Corso gratuito

Bebè a casaA Roma corsi gratuiti dedicati alle future mamme e futuri papà e patrocinato dalla Provincia di Roma.  

Patrocinio della Provincia di Roma
Con la collaborazione della BCC di Roma
bcc pic
Corso gratuito per bambini di 6/7 anni: laboratorio di pittura creativa a Roma 

amoriincorso1
Per i più grandi
 

QR Code

QR Code di Mamme Domani

Chi è online

 425 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information