DEVOLVI IL 5XMILLE A MAMME DOMANI. AIUTA I NOSTRI PROGETTI. CF: 09390161009
Home Benessere Articoli Antibiotici: consumo eccessivo aumenta la resistenza dei batteri
Antibiotici: consumo eccessivo aumenta la resistenza dei batteri
Benessere - Articoli
Scritto da Martina Paolucci     Lunedì 21 Novembre 2011 11:20    PDF Stampa E-mail
Aumenta la resistenza dei batteri agli antibioticiQuando le nonne si lasciano sfuggire il solito consiglio da frase fatta "non prendere troppe medicine", forse andrebbero ascoltate. La dimostrazione giunge dal rapporto di sorveglianza dell'Ecdc e dell'Istituto Superiore di Sanità. 

Questo rapporto, infatti, mostra come la resistenza agli antibiotici, tanto in Italia quanto nel resto d'Europa, sia aumentata drasticamente, probabilmente proprio a causa di un ricorso sregolato al medicinale prima che a riposo, attenzione e, magari, rimedi d'un tempo.

Aumenta la resistenza dei batteri agli antibiotici
Nella Giornata europea degli antibiotici, che cade proprio oggi, la questione viene fatta emergere, affinchè tutti capiscano la potenziale pericolosità di questo atteggiamento. In Italia, spiegano gli esperti, sono i batteri della famiglia di Klebsiella pneumoniae i più diffusi, reperibili nella mucosa respiratorio e nell'intestino. Questi sono responsabili di leggere infezioni delle vie respiratorie e urinarie, ma se sviluppano reale resistenza agli antibiotici possono diventare, invece, un serio problema.  

L'aumento della resistenza di questi batteri sarebbe dovuto al crescente utilizzo dei farmaci della famiglia carbapenem, studiati per essee utilizzati in ultima istanza, per casi molto resistenti tanto da richiedere il monitoraggio o il ricovero ospedaliero. Nel 2009 questi batteri resistevano agli antibiotici nell'1,4% dei casi, ma già un anno dopo la percentuale era aumentata al 16%. Per il 2011, si stima già un ulteriore aumento dell'ordine dei 10 punti percentuali in media, resistenza che varia da struttura a struttura, dal 19% al 28%.

Bisognerà, forse, fare un passo indietro, perchè l'inefficacia di questo gruppo di antibiotici potrebbe rendere molto difficile la vita di medici e pazienti, le cui possibilità di guargione si vanno a restringere significativamente a causa della mancanza di altri antibiotici altrettanto efficaci. Un problema da non sottovalutare, dunque, anzi da monitorare e contrastare.
 

Ti è piaciuto questo articolo? Effettua il login, Registrati sul portale per commentarlo oppure discutine nel Forum di discussione.


You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.


Abbonati al Feed RSS  Segui il canale YouTube  Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter  Diventa Fan su Facebook  Seguici su FriendFeed

Registrazione

Iscriviti per ricevere le offerte riservate ai nostri lettori e le informative

Approfondimenti

 
Ecografie Le immagini che vediamo nei 9 mesi
Tentativi Mirati Condurre il gioco con i metodi naturali...
Tata_Simona_Pic
L'angolo della TataTata Simona risponde alle tue domande
MAD Card
MAD Card Convenzioni per i sostenitori di MAD
 
Progetti MAD Eventi e Corsi di Mamme Domani

Eventi e Corsi

Mese precedente Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31
Due Banner

Login



Banner

Shop MAD

Newsletter

Iscriviti alla mailing list e riceverai tutti gli aggiornamenti e gli eventi di Mamme Domani oltre che i buoni sconto e altro ancora.

Nome:

Email:

Foto Maddini

viviana.jpg
Vuoi inserire la foto del tuo bambino su MAD? Puoi farlo direttamente dalla Gallery e vedere le foto degli altri bambini.

Feed RSS & Klip

Mamme Domani RSS 
Inserisci la tua e-mail per ricevere via e-mail, giorno per giorno, gli articoli di
Mamme Domani:




Aggiungi MAD alla tua iGoogle homepage per avere sempre le ultime discussioni inserite

Sondaggi

Su MAD vorrei leggere più articoli su
 


Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information